SEZIONE: TECNOLOGIA E INNOVAZIONE
PROTEZIONE DATI

Lombardia, è emergenza sicurezza informatica

12 Luglio 2016
 

"La tutela dei dati che circolano in rete è essenziale, ma al tempo stesso è messa a repentaglio da attacchi continui. Un dato su tutti rende bene l'idea: nel 2015 sono stati sottratti o perduti oltre mezzo miliardo di set di dati personali. C'è quindi un enorme bisogno di una efficace governance in materia di cyber security, attraverso politiche che assicurino l'inviolabilità delle informazioni e offrano forme protette di fruibilità dei dati". A parlare è l'assessore all'Università, Ricerca e Open Innovation Luca Del Gobbo, che a Milano ha presentato l'insediamento, nella sede di Palazzo Lombardia, del tavolo sulla sicurezza informatica a cui partecipano, oltre ad esponenti di Regione Lombardia e delle sue società partecipate Lombardia Informatica e Finlombarda, i rappresentanti di Associazione Cyber Parco, Consolato Generale degli Stati Uniti, Fondazione Politecnico, Università degli Studi di Brescia, Università "Cattaneo" - Liuc, Università degli Studi dell'Insubria, AIFI, Partner Cyber Security, Confindustria Lombardia, Ateneo Humanitas, ServiTecno, Università di Pavia, Confartigianato Lombardia, Confcommercio Lombardia e liberi professionisti del settore tecnologico e giuridico. Ciascun partecipante al tavolo formulerà ora proposte concrete in tema di cyber security a Regione Lombardia attraverso la piattaforma Open Innovation.

 

Big Data e Open Data da tradurre in servizi sempre più efficaci
All'interno della legge sulla governance della Ricerca e Innovazione che è allo studio con i protagonisti del sistema il tema dei big data e degli open data è destinato ad essere affrontato in termini di opportunità, da tradurre in servizi ancora più efficaci. L'Italia è il Paese che ha sviluppato il maggior numero al mondo di tecnologie basate sui sistemi di crittografia che permettono l'inviolabilità e la confidenzialità dei dati trattati. L'Europa, invece, ha la più stringente regolamentazione a livello mondiale sulla privacy, di recente aggiornata dopo un lungo processo legislativo.
"In questo contesto così articolato - ha sottolineato Del Gobbo - Regione Lombardia gestisce oltre mezzo miliardo di dati e si candida ad essere all'avanguardia rispetto alla loro valorizzazione, garantendo inviolabilità e protezione da una parte, e stabilendo dall'altra un nuovo patto tra l'Amministrazione e il cittadino, che offra una innovativa fruibilità dei dati e aumenti la qualità dei servizi offerti e la loro sostenibilità nel tempo. Inoltre sarà fondamentale individuare un luogo dove gli obiettivi di questo patto con i cittadini siano valutati e, se del caso, ricalibrati. È per questa ragione che stiamo pensando ad istituire una Authority per la Ricerca, l'Innovazione e il Trasferimento tecnologico che sia funzionale alla costruzione di una efficace politica digitale".

 

Nuove sfide la sicurezza, da affrontare nel post Expo
"L'era di Internet" ha sottolineato invece Stefano Mele, presidente dell'Associazione Cyber Parco, "sta portando enormi ed indubbi benefici sociali, ma anche nuove sfide per la sicurezza, la privacy e la tutela dei cittadini, delle aziende, degli enti pubblici, nonché degli interessi strategici nazionali. Parlare e concentrarsi oggi sul tema della cyber security significa dare una risposta a queste problematiche. Siamo felici che Regione Lombardia abbia accolto la nostra idea di creare un Cyber Parco all'interno dell'Area Expo dedicato ad aziende, start-up e centri di ricerca attivi nel settore della sicurezza informatica/cyber security e delle tecnologie a sostegno della sicurezza. L'obiettivo, infatti, è quello di creare il primo hub euro-mediterraneo completamente dedicato a questo tema, al fine di attrarre capitali e talenti per lo sviluppo di iniziative imprenditoriali e di ricerca in uno dei settori più innovativi e promettenti a livello internazionale".

 

(VV)

Leggi anche...
INNOVAZIONE

Su Progetto IO, pensata per i milanesi, gli appuntamenti con il Comune.

Comuni

Online il nuovo numero della rivista

Documenti informatici

Disponibile la documentazione relativa e in particolare il contratto e la guida alla Convenzione

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

IDEA PLAST

Giochi e arredi green: diamo una seconda vita alla plastica

Realizziamo il sogno di prevenire la formazione di rifiuti e dare una “seconda” incredibile vita alla plastica trasformandola in giochi e arredi.

GeCaS by Klan.IT

GeCaS - Gestione Integrata Servizi Socio Sanitari - Per un welfare della sostenibilita' e della conoscenza

GeCaS – Gestione Integrata Servizi Socio Sanitari è una piattaforma per organizzare e gestire digitalmente il progetto di aiuto alla persona in ambito sociale e per facilitare le interazioni online con cittadini e assistiti.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2023 - P.Iva 12790690155