SEZIONE: WELFARE E POLITICHE GIOVANILI
Welfare

Immigrazione: Anci presenta emendamenti al decreto, come aderire allo SPRAR

15 Marzo 2017
 

Le Prefetture lombarde, in queste settimane, stanno organizzando degli incontri con i Sindaci per fare il punto sull’accoglienza dei profughi, come ha sollecitato Anci Lombardia in occasione della riunione con i Prefetti lombardi tenutasi a Milano lo scorso 3 marzo.
L'Associazione dei Comuni lombardi ha quindi inviato ai Sindaci una circolare per fare il punto sulla situazione, alla luce dell'accordo Anci – Ministero dell’Interno in merito alla ripartizione dei soggetti sui territori.

Nella comunicazione si evidenzia che l'intesa prevede innanzitutto l’entrata in funzione della “clausola di salvaguardia”, con la quale si interrompe l’invio di ulteriori profughi nei Comuni aderenti allo SPRAR che abbiano raggiunto la quota del 2,5 per mille di presenze. Questa misura, oltre a rispondere alle esigenze manifestate dalle comunità locali, vuol portare all’emersione di iniziative per l’inclusione sociale dei soggetti ospitati, per così superare la gestione emergenziale del fenomeno migratorio.
Anci Lombardia ricorda che possono accedere allo SPRAR gli enti locali – primi tra tutti i Comuni - in forma singola o associata; inoltre è possibile aderire al sistema tramite forme di partenariato tra enti locali (protocolli d’intesa, lettere di adesione, ATI, ecc.).

Un punto non ancora chiarito riguarda i tempi necessari al progressivo svuotamento dei CAS, sostituiti dai centri SPRAR. L'agenda di questa attività dipende però dagli accordi intercorsi tra le Prefetture e i soggetti ospitanti, pertanto, come scrive Anci Lombardia, l'Associazione ha sollecitato un confronto costante sul tema tra Prefetture e Comuni. 
Resta aperta anche la vicenda inerente al decreto sicurezza e immigrazione, sul quale ha manifestato alcune perplessità il Presidente Anci Decaro, avanzando delle proposte emendative al testo della norma.

Anci, inoltre, per aiutare le amministrazioni locali ha provveduto ad elbaborare le prime risposte alle FAQ sullo SPRAR avanzate dai Comuni, ed ha avviato un servizio di assistenza ai Comuni con una mail dedicata, accesso.sprar@cittalia.it.
Infine, nella circolare inviata agli amministratori locali, Anci Lombardia ha evidenziato di aver chiesto che una parte del finanziamento nazionale sulla gestione dei profuchi sia destinato alle Anci regionali per poter organizzare un supporto diretto ai Comuni direttamente sul territorio.

Leggi anche...
BANDI

Oltre 3,5 milioni di euro messi a disposizione da un team di otto fondazioni.

La mostra aperta dal 29 giugno al 30 luglio

NIDI GRATIS

Nel Decreto 3271/2018 dello scorso 8 marzo, Regione Lombardia ha definito i criteri di partecipazione

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155