SEZIONE: CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI
CULTURA

Lombardia, musei sempre più internazionali

5 Luglio 2016
 

La conferenza dell'International Council of Museum (Icom) si è tenuta il 4 luglio a Milano e ha ancora una volta posizionato la scena culturale Lombardia e il suo patrimonio artistico al centro della scena mondiale, per valore e validità delle proposte organizzate. Dal 2012 Regione Lomabrdia fa parte del Comitato organizzatore e in questi anni ha sostenuto con continuità la preparazione di questo evento, il cui tema è 'Musei e paesaggi culturali'", non solo a livello economico, ma anche partecipando all'organizzazione scientifica e operativa e con il coinvolgimento dei musei ed ecomusei lombardi.

 

Interventi per sostenere la professione museale
Regione e ICOM collaborano da anni nella realizzazione di iniziative finalizzate al sostegno dei musei e delle professioni museali come il convegno 'Musei e professioni' del 2005 o le Conferenze nazionali dei Musei d'Italia del 2009 e 2011. Il fondo librario di ICOM è depositato, dal 2009, presso la biblioteca regionale. "La realtà dei musei in Lombardia  è un fenomeno socialmente radicato sul territorio: il 60 per cento sono civici, il resto di proprietà di enti privati o ecclesiastici. L'origine è  locale ed esprime il bisogno delle persone di riconoscersi in un patrimonio di beni che sintetizza la storia di un determinato territorio e la sua identità. Anche il volontariato, molto presente nel mondo della cultura lombarda, dimostra affezione e radicamento nei territori. Nella sua azione di sostegno e potenziamento delle attività e del ruolo dei musei sul territorio Regione ha fatto propri i valori etici e i principi stabiliti da ICOM, che costituiscono un riferimento mondiale", spiega l'assessore alle Culture, Identita' e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini.

 

Riconoscimento e accessi agevolati anche in Piemonte
Il contributo di ICOM ha avviato, fin dal 2002, il processo di riconoscimento dei musei lombardi e costituisce uno strumento di crescita, il cui obiettivo è potenziare le attività che i musei svolgono, la loro capacità di offerta e visibilità al pubblico, identificando le raccolte museali e i musei riconosciuti con un marchio regionale. Alle richieste di contributo per progetti di valorizzazione e sviluppo presentati da musei o raccolte museali riconosciuti si attribuisce un valore premial: a oggi, le realtà riconosciute sono 175 che hanno registrato, nel 2015, oltre 6 milioni di visitatori.
Molti istituti riconosciuti hanno aderito al Circuito Abbonamento Musei Lombardia Milano, una novità introdotta nel 2015 che prevede l'adesione dei musei lombardi, già più di 100, a un'iniziativa regionale che consente al cittadino, tramite una card, di visitare tutti i musei e i luoghi della cultura aderenti per tutto l'anno illimitatamente. Dalla fine del 2016, con una medesima card si potrà accedere anche ai musei della Regione Piemonte. "E altre Regioni - conclude Cappellini - stanno aderendo per estenderne l'efficacia a livello macroregionale".
 

(nella foto, l'Ecomuseo della Val Taleggio)
 

(VV)
 

Leggi anche...
Commercio

Approvata dal Consiglio regionale una legge ad hoc che prevede incentivi e agevolazioni

SOSTEGNO

Il settore impiega 1,55 milioni di donne e uomini, oltre il 6 per cento del totale occupati.

BANDO

Servirà a sostenere arte e cultura e si rivolge ai centri con meno di 5mila abitanti.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155