SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE
COMUNI DIGITALI

L'Italia e la Rete: una fotografia dai contorni sfuocati

21 Dicembre 2015
 

Come stanno davvero le cose, quando si parla di Italia e Rete? Mettendo a confronto i dati del rapporto Tim Italia Connessa  e quelli rilasciati da Istat, ci si trova di fronte a una fotografia dai contorni sfuocati.

Se da un lato, infatti, si riducono sempre di più le distanze digitali tra Nord e Sud, dall'altro sono ancora poche le famiglie connesse. La fotografia più aggiornata del livello di sviluppo digitale delle Regioni italiane, quella presentata nel rapporto Tim Italia Connessa, mette Emilia Romagna, Lombardia e Lazio al livello più avanzato sul tema della digitalizzazione, in linea con i valori della media europea. Ma passi in avanti sono stati fatti anche nelle regioni del Centro Sud: alcune hanno livelli di copertura superiori alla media nazionale, come la Calabria con l'80% delle unità abitative raggiunte da reti fisse Ngn, la Campania (70%) e il Lazio (53%).

Allo stesso tempo, Istat evidenzia che un terzo delle famiglie italiane non ha ancora accesso a Internet, sottolineando comunque che tra il 2010 e il 2015 l'aumento degli accessi è passato dal 52,4% al 66,2%. Stabile la quota di famiglie che accede al web esclusivamente mediante banda larga fissa, circa 1 su 3, mentre crescono quelle con solo banda larga mobile, dal 6,6% al 18,6%.

 

Il valore del partneriato pubblico-privato

Anche sul reale stato di avanzamento della Rete, tra nord e sud Italia, i pareri sono contrastanti. Secondo Italia Connessa, la riduzione del gap digitale è stata possibile grazie alla realizzazione di progetti cofinanziati, tra pubblico e privato. Spiega Simone Battiferri, direttore Business di Telecom Italia Tim: "Se prendiamo i gradi di sviluppo della banda ultralarga, proprio grazie ai progetti bull cofinanziati, il Sud si sta trovando e si troverà tra pochissimo in condizioni di assoluto vantaggio rispetto al Nord". Secondo Istat, l'Italia è al sesto posto in Europa per la banda larga, mentre a livello territoriale le differenze restano notevoli, a vantaggio del centro e del nord. Quindi, le condizioni di realizzazione ci sono, ma mancano ancora le infrastrutture: problematica che riguarda da vicino le amministrazioni comunali.

 

A Chiari il premio Italia Connessa
Il comune di Chiari (BS) è stato il vincitore del contest Tim "Italia Connessa" che intende promuovere la cultura dell'innovazione tra le amministrazioni locali. Qui le infrastrutture fisse e mobili saranno realizzate in anticipo rispetto ai piani, purchè ci sia una stretta collaborazione da parte di tutti i soggetti coinvolti: "Invito chi si deve occupare di rendere disponibili le infrastrutture fino all'ultimo punto d'Italia, di non limitarsi a pensarle come spente e passive. Perchè così, non servono a niente", ha commentato Marco Patuano, ad del gruppo Telecom.

(VV)

Leggi anche...
TERRITORIO

L'allarme di Coldiretti: "Serve un piano nazionale di contenimento".

#ANCI2021

Il sindaco di Varese interviene nell'ambito della missione 5 del PNRR Inclusione e Coesione.

SVILUPPO

Obiettivo è aumentare l'appeal turistico e destagionalizzare il ruolo degli impianti di risalita.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155