SEZIONE: AMBIENTE, ENERGIA
Servizi pubblici locali

TQRIF: scadenza per la comunicazione dei dati posticipata al 31 maggio 2024

2 Aprile 2024
 

L’ARERA ha prorogato il termine ultimo per l’invio delle informazioni e dei dati richiesti, che consente ai soggetti interessati di adempiere agli obblighi previsti dal TQRIF. L’invio dovrà essere effettuato non oltre la data del 31 maggio 2024, tramite il portale appositamente predisposto sul sito internet dell’Autorità. La data di apertura della raccolta sarà indicata attraverso successivo comunicato sul sito ARERA, comunque garantendo agli operatori interessati un tempo congruo (pari ad almeno 30 giorni) per l’assolvimento degli obblighi di comunicazione in parola.

L’articolo 58 del Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF)infatti prevede che il gestore entro il 31 marzo di ogni anno, a partire dal 2024, comunichi all'Autorità Nazionale e all'Ente territorialmente competente una serie di informazioni fondamentali: il numero totale di utenze servite, aggiornato al 31 dicembre dell'anno precedente, suddivise per tipologia (domestica e non domestica) territorialmente competente  e le informazioni e i dati inerenti alle prestazioni soggette ai livelli generali di qualità, come registrati ai sensi dell'articolo 56 del TQRIF. Queste informazioni dovranno essere comunicate all'Autorità e all'ETC.

Si rammenta che ARERA ha esplicitamente indicato tra i soggetti obbligati il “gestore dell’attività gestione tariffe e rapporto con gli utenti” per i parametri di qualità di sua pertinenza (art. 2 delibera 15/2022).  Di conseguenza, i Comuni lombardi, qualora svolgano il ruolo di gestore dell’attività gestione tariffe e rapporto con gli utenti, dovranno inviare quanto richiesto all’Autorità.

Inoltre, il medesimo art. 58 prevede che, per le sole gestioni ricomprese nello Schema I della matrice degli schemi regolatori, che ricordiamo non essere soggette a livelli generali di qualità, in aggiunta al numero di utenze i Gestori devono provvedere alla trasmissione all’Autorità e all’ETC di una relazione, attestante il rispetto degli obblighi di servizio di cui alla Tabella 2 nell’Appendice I del TQRIF.

Ricordiamo che, ai fini della partecipazione alla raccolta dati in oggetto, i gestori sono preventivamente tenuti ad ottemperare agli obblighi di comunicazione per l’implementazione dell’Anagrafica Territoriale Rifiuti (ATRIF) di cui alla deliberazione 263/2023/E/rif.

ANCI Lombardia considerate le esigenze manifestate dai diversi Comuni associati, propone attraverso la sua società in house AnciLab, i seguenti servizi di supporto: Servizio Validazione PEF Rifiuti; Revisione biennale PEF 2024/2025 e Qualità Servizio Rifiuti. E’ possibile reperire informazioni sui servizi offerti consultando il sito sportellorifiuti.it

Leggi anche...
INCENTIVI

Dalla Francia una proposta che potrebbe risultare appetibile anche per oltre 750mila italiani.

EMERGENZE

Sono stati 230, tre volte tanto quelli del 2014 (85) e quasi quattro volte quelli del 2013 (62).

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155