SEZIONE: CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI
Scambi culturali

Villa Bernarsconi in aiuto del Museo della Ceramica Gatti

6 Giugno 2023
 

Da lunedì 5 a domenica 11 giugno 2023, durante la Museum Week - l’evento annuale che si svolge sui social media, per promuovere i musei e le istituzioni culturali di tutto il mondo – Villa Bernasconi sarà aperta straordinariamente fino alle 22 con un biglietto unico di 10€.
 

Il ricavato sarà interamente destinato al restauro di un pezzo della collezione e dell’archivio del museo della Ceramica Gatti 1928 di Faenza, colpita dalla recente alluvione in Emilia Romagna.


Il Comune di Cernobbio, che è stato alluvionato nell’estate 2021 insieme ad altre località del Lago di Como, memore della solidarietà e degli aiuti che ha avuto, come già in altre occasioni, è impegnato nel ricambiare il sostegno ricevuto.
 

Il contatto con il museo della Ceramica Gatti 1928 di Faenza è stato promosso dall’artista Vanni Cuoghi, che ha in corso presso la villa la mostra “Plinio Effetto Serra” e che ha collaborato in passato con la Bottega artistica delle Ceramiche Gatti 1928. Il deposito che ne raccoglie la storia è stato sommerso da oltre tre metri di acqua fangosa, danneggiando ceramiche, dipinti, grafiche, volumi e riviste storiche autografate, documenti di archivio, manoscritti e fotografie che testimoniano la storia quasi centenaria di questa attività faentina. Nel 2028 infatti festeggerà il suo compleanno numero cento e già nell’anno d’apertura, aveva ospitato esponenti del futurismo, a partire da Giacomo Balla, Benedetta Cappa e Gerardo Dottori, proseguendo negli anni successivi con altri autori di primo piano, tra cui Guido Strazza, Alberto Burri, Enrico Baj, Sebastian Matta, Ugo Nespolo, Pablo Echaurren, Mimmo Paladino e tanti altri.

 

Davide Seradei, titolare dell’azienda, nel ringraziare l’amministrazione comunale di Cernobbio ha preso l’impegno di ricambiare la cortesia condividendo un progetto futuro presso Villa Bernasconi.

 

La cultura cura e con la cultura ci si prende cura della cultura”. L’assessore alla cultura Maria Angela Ferradini, che è anche medico, spiega qual è il ruolo che l’amministrazione comunale riconosce alla cultura, al patrimonio e alle arti nella vita e per il benessere della comunità e che guida la progettazione degli eventi cernobbiesi a partire da quelli già promossi durante la pandemia e con la ripresa dopo il lockdown.

 

“Amici musei – Villa Bernasconi per il museo e l’archivio della Ceramica Gatti 1928 di Faenza” fa leva sulla rete di collaborazione giù attiva tra i musei e istituzioni culturali a livello lombardo e nazionale e alla quale il Comune di Cernobbio ha aderito fin dalla nascita del suo museo. Il progetto di Villa Bernasconi, un museo senza collezione perché museo della casa parlante, trova la sua forza anche nel ricchissimo sistema di partenariato pubblico-privato in ambito culturale, sempre in crescita, con cui promuove collaborazioni, prestiti e condivisione di eventi.

 

Il Comune di Cernobbio raccoglie anche l’invito di affiancare la Bottega nella sua ferma volontà di restaurare e ricostituire la propria memoria lanciato nei giorni scorsi dall’assessore alla cultura dell’Emilia Romagna Mauro Felicori, che Villa Bernasconi, prima ancora di diventare museo, aveva ospitato nel 2016, proprio in occasione di Parolario, per una giornata di studi e riflessioni su musei e sviluppo del territorio.

Leggi anche...
IDEE

Per garantire la fruibilità della manifestazione, gli appuntamenti saranno spalmati su sei mesi.

Beni culturali

Due giornate per vivere e divertirsi nei luoghi della cultura

RICONOSCIMENTI

La località sul lago di Garda premiata con Portofino, Amalfi, Forte dei Marmi, Porto Cervo.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155