SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE - CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI
IDEE

Nati con la cultura, musei a misura di famiglia

4 Gennaio 2023
 

Si chiama "Nati con la Cultura" il progetto che la Direzione regionale Musei Lombardia, in collaborazione con l'Azienda Socio Sanitaria Territoriale Valle Camonica, i Comuni di Capo di Ponte e Cividate Camuno, la Comunità Montana di Valle Camonica e l’associazione Leggo per te - Valle Camonica, ha avviato nei Musei statali della Valle: il Mupre – Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica a Capo di Ponte e Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica a Cividate Camuno. L'obiettivo dell'iniziativa è trasformare i musei in luoghi attenti alle esigenze ed alle aspettative delle famiglie con bambini anche molto piccoli. "Vuol dire rendere i musei dei luoghi vivi, in cui tornare più volte, creare legami, vivere esperienze, imparare: in una parola, crescere", spiegano i promotori.


Dai servizi al passaporto culturale
Un’attenzione a 360°, che si declina nella cura degli spazi, che sono attrezzati con aree per l’allattamento e il relax e dotati di fasciatoi e zone per il cambio, e nella programmazione di un calendario di attività e appuntamenti pensati specificatamente per questo tipo di pubblico.
Ma il segno più concreto della volontà di creare un legame speciale con i Musei e il loro patrimonio sin dalla nascita è il Passaporto Culturale: un documento che - grazie alla collaborazione con l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Valle Camonica - verrà consegnato a tutti i nuovi nati e le nuove nate direttamente nell’ospedale di Esine e che permette non solo l’ingresso gratuito al museo per i genitori per tutto il primo anno di vita del bambino ma anche la partecipazione alle attività dedicate. “Si tratta di un modo per creare, sin dalla nascita, un legame con i musei e il loro patrimonio” spiega Emanuela Daffra, Direttore Regionale Musei della Lombardia. “Un legame che trova il suo simbolo nel Passaporto Culturale, ma che si alimenta di azioni concrete, quali il raccordo con il territorio, l’approntamento degli spazi, la progettazione di attività, l’impegno verso l’accoglienza e l’accessibilità. Perché la cultura è un diritto necessario e va proposta secondo modi, tempi, spazi e azioni adeguati alle diverse fasi della vita”.

 

Nati con la cultura, dal 2014 in PIemonte e Lombardia
Il progetto, avviato nel 2014 da Fondazione medicina a Misura di Donna in collaborazione con l’Ospedale sant’Anna a Torino, si origina dalla ferma convinzione che l'arte può trasformarsi in una potente risorsa di benessere, rigenerazione e potenziamento creativo per tutti gli esseri umani, già dai primi anni di vita.
L'applicazione pilota è stata varata in Piemonte con Palazzo Madama, il Museo della Città, seguito dal Castello di Rivoli, Museo di Arte Contemporanea. Il progetto si è poi esteso, ed oggi include molte realtà museali piemontesi, alle quali si sono affiancate, più recentemente, anche alcune istituzioni culturali lombarde, come la Fondazione Brescia Musei.
In questi anni – in collaborazione con Fondazione Medicina a Misura di Donna - la Direzione regionale ha lavorato per sviluppare il progetto nei musei statali della Lombardia. A settembre 2021 il progetto è stato avviato a Palazzo Besta, a Teglio (SO). (VV)

Leggi anche...
Emergenza

Asvis ha elaborato un documento circa l’impatto del coronavirus sugli obiettivi di sviluppo sostenibile

Ferpi PA, Comune e Provincia di Milano propongono, in collaborazione con ANCI Lombardia, martedì 29 maggio, alle ore 09.30 a Milano, il convegno "Comunicazione PA, il diritto non si taglia"

EVENTO

Domenica 29 maggio torna la biciclettata attraverso 76 paesi tra Milano, Monza, Lodi, Pavia e Varese.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2023 - P.Iva 12790690155