SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA'
Beni confiscati

I progetti di Gerenzago per i beni confiscati

23 Agosto 2021
 

Gerenzago, 1.400 abitanti in provincia di Pavia, è uno dei 5 Comuni in cui è stato applicato il modello di intervento sviluppato dall’associazione Manager Whitelist e proposto dalla stessa in collaborazione con Anci Lombardia, nell’ambito del progetto “Legalità in Comune Beni confiscati”.

 


Al Comune sono stati destinati due palazzine di 16 appartamenti l’una, 7 biville e 15 box. “Gli immobili” ci dice il vicesindaco e assessore alle politiche sociali Bruno Tremonte, “sono presenti sul territorio comunale dal 2009. Confiscati e presi in carico dalla sede di Milano dell’Agenzia nazionale beni sequestrati e confiscati, ci sono stati consegnati a luglio dello scorso anno. Purtroppo i beni erano in una situazione disastrosa e hanno necessitato di due interventi di bonifica: abbiamo dovuto eliminare una notevole massa di immondizia, i mobili erano distrutti, nei box c’erano auto rubate e abbiamo dovuto cambiare tutte le serrature. Era poi necessario un intervento di ristrutturazione e, seguendo le indicazioni di Anci Lombardia, abbiamo potuto accedere al bando di Regione, che ci ha portato, per questi lavori, 481mila euro. Sempre con il supporto di Anci Lombardia, abbiamo potuto elaborare uno studio di fattibilità volto a realizzare un intervento sociale e presenteremo un bando di manifestazione di interesse rivolto a soggetti del terzo settore. Va detto che i beni sono stati concessi a scopo sociale e istituzionale e il primo intervento riguarderà un appartamento messo a disposizione della caserma dei Carabinieri di Villanterio”. 


 

Il Sindaco Abramo Marinoni sottolinea: “Ci siamo mossi fin dal nostro insediamento nel 2019 e ci siamo attivati con la prefettura di Pavia già a settembre dello stesso anno. Oltre ai fondi regionali, poi, abbiamo ottenuto 55mila euro dal Ministero per lo sviluppo economico. Vogliamo che questi beni tornino a essere disponibili per la comunità, offrendo nuovi servizi e migliorando la qualità della vita”.

 

Lavorare per la comunità è, del resto, il principio guida del Sindaco Marinoni il cui impegno per il territorio è partito nel 1977, quando ha ricoperto la carica di primo cittadino tenuta fino al 1995. “In realtà ero consigliere comunale già nel 1965. Mi sono ripresentato alla guida di una lista civica nel 1999 e ho ricoperto l’incarico fino al 2004. Nel 2006 sono stato consigliere provinciale a Pavia e nel 2019 mi sono ricandidato, a 80 anni, vincendo le elezioni. Pur essendo un piccolo Comune, abbiamo gli stessi problemi delle grandi città e il nostro impegno è, come detto, di migliorare la vita dei nostri cittadini”. Una misura del lavoro svolto è il numero di abitanti che oggi risiedono a Gerenzago. “Nel 1977 erano 650, oggi sono 1.400 e nella nostra scuola materna ci sono 81 bambini”.
 

Nelle immagini fornite dal Comune di Gerenzago le palazzine confiscate (foto di apertura): il Sindaco Marinoni con il vice sindaco Tremonte (nel testo)

(SM)

Leggi anche...
Sicurezza

Consigli, suggerimenti attraverso spot televisivi e materiale cartaceo agli anziani

Legalità

Un convegno il 10 dicembre presenterà i risultati ottenuti dai Comuni

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2021 - P.Iva 12790690155