SEZIONE: AMBIENTE, ENERGIA
Inquinamento

Smog: la Regione presenta la rivoluzione nel sistema dei divieti

31 Luglio 2019
 

Cambio di marcia nelle politiche regionali per il contenimento dello smog.
L'Assessore all'ambiente della Regione, Raffaele Cattaneo, con il Presidente Attilio Fontana, hanno presentato MoVe-In (monitoraggio dei veicoli inquinanti): il progetto sperimentale  per consentire ai cittadini che fanno un uso limitato dei veicoli più inquinanti (meno di 9.000 km/anno) di ottenere una deroga alle limitazioni previste nell'Accordo di Bacino Padano (lunedì-venerdì dalle 7.30 alle 19.30) in ragione dell'impatto emissivo relativamente contenuto. L'annuncio di questa misura è stato accompagnato dall'illustrazione di incentivi per 26,5 milioni di euro destinati alla sostituzione dei veicoli più inquinanti (privati e a uso commerciale).

La misura MoVe-In
Con MoVe-In i cittadini lombardi assisteranno a un cambiamento del paradigma dei divieti alla circolazione dei mezzi inquinanti, poichè le limitazioni alla loro circolazione non scatteranno più in funzione dell'orario e del giorno settimanale, ma solo a seguito dell'esaurimento del chilometraggio permesso a ciascuna tipologia di veicolo.
Come potrà accadere tutto questo? Semplice: i proprietari di auto Euro 0 benzina ed Euro 0,1,2 e 3 Diesel potranno infatti installare una scatola nera che consentirà di monitorare le percorrenze, tenendo conto dell'uso effettivo del veicolo e dello stile di guida adottato. In tutta la Lombardia sono coinvolti 1.300.000 veicoli (autovetture e veicoli commerciali).

Le reazioni di Anci e dei Comuni
La presentazione alla stampa delle nuove misure è stata preceduta dalla convocazione del Tavolo regionale sull'aria, dove è intervenuto Lucio De Luca, dell'Ufficio di presidenza di Anci Lombardia, sottolineando la positività dell'approccio ed evidenziando che, al fine di incidere con maggiore determinazione, è necessario uno sguardo complessivo sul fenomeno dell'inquinamento atmosferico, allargato, per esempio, al traffico aereo.
Presente anche Stefano Zenoni, Assessore all'ambiente di Bergamo, che ha puntualizzato l'esigenza di tarare la nuova misura di MoVe-In anche in base al bacino di movimento dei mezzi e ha chiesto che l'adesione al protocollo per il contenimento dello smog non si basi solo sulla volontarietà degli enti.
Da Milano è intervenuto l'Assessore Marco Granelli, che ha definito interessanti le misure messe in atto da Regione e ha considerato che queste dovranno integrarsi con quelle già in atto nei singoli Comuni.
Infine da Brescia ha preso la parola l'Assessore Miriam Cominelli, che ha sollevato la questione della formazione della polizia locale e dell'informazione ai cittadini sui nuovi provvedimenti. (LS)

Leggi anche...
CONCORSO

Legambiente lancia la quindicesima edizione del riconoscimento. Scadenza 30 aprile 2017.

ENERGIA

Si tratta di un totale di 59 milioni di euro sul totale dei 111 sottoposti al vaglio del GSE.

Laboratori dell'innovazione

Dai Comuni, soggetti primari della Strategia regionale, ai cittadini, principali portatori di interessi

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155