SEZIONE: LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA - TECNOLOGIA E INNOVAZIONE
L'Esperto

Arriva il codice degli appalti, ma mancano ancora dei pezzi

9 Giugno 2016
 

di Stefano Manini (Esperto ANCI Lombardia)

Arriva il nuovo codice degli appalti, ma soprattutto arriva ANAC, che assume un ruolo centrale nel controllo della spesa della Pubblica Amministrazione italiana. Spetta infatti ad ANAC integrare e migliorare, attraverso la pubblicazione di Linee Guida, determinazioni, ecc. il nuovo quadro nel quale i Comuni si trovano a operare. La norma è infatti già in vigore e questa attesa delle necessarie integrazione sta suscitando non poche perplessità.
Questo tema è al centro dell'attenzione degli Enti locali in questi giorni e sono stati organizzati diversi seminari e convegni per approfondire l'argomento. RisorseComuni ha offerto un momento di confronto il 26 maggio a Milano che ha visto la partecipazione di circa 500 persone. Relatori sono stati il Prof. Paolo Sabbioni, dell'Università Cattolica di Milano e il Dott. Giuseppe Sozzi, della Provincia di Lodi.
Sono stati evidenziati gli aspetti di novità contenuti nella D.Lg n. 50 del 18 aprile 2016 riguardanti sia gli appalti di opere pubbliche che gli acquisti di beni e servizi acquisiti direttamente o attraverso le centrali uniche di committenza. Ovviamente il tema è complesso e articolato e non è stato possibile in quella sede affrontarlo in modo esaustivo. Rimandiamo comunque alle slides che i relatori hanno messo a disposizione dei partecipanti (Risorsecomuni). Sul sito di RisorseComuni sono stati già programmati altri incontri e altri ne saranno organizzati nel momento in cui verranno emanati i decreti attuativi attesi. Ci limitiamo in questa sede solo ad evidenziare alcuni aspetti di cui si è discusso.

Procedure di acquisto di beni e servizi sottosoglia
Grande interesse è stato posto sul tema degli acquisti di forniture e servizi ordinari. Per questa casistica sono previste due soglie:
a) fino a 40.000 euro, affidamento diretto adeguatamente motivato - procede direttamente la stazione appaltante;
b) fino a 209.000 euro, consultazione di 5 operatori con rotazione degli inviti - procede la stazione appaltante in possesso della necessaria qualificazione;
c) negli altri casi, i Comuni non capoluoghi di provincia devono ricorrere a una centrale di committenza o a soggetti aggregatori qualificati, a unioni di comuni qualificate come centrali di committenza, oppure ricorrendo alla stazione unica d’area vasta (art. 37).
Qui occorre attendere l'emanazione di un dPCM, prevista entro ottobre, di individuazione degli ambiti e criteri per la costituzione delle centrali di committenza in forma di aggregazione di comuni non capoluogo di provincia. Una spinta ulteriore per i Comuni piccoli e medi alla collaborazione interistituzionale.

Programmazione della spesa
Un altro elemento qualificante la norma è l'attività di programmazione della spesa. Per aggregare la domanda e razionalizzare la spesa risulta fondamentale organizzarsi per tempo ed evitare gli interventi di urgenza che possono risultare sospetti e poco trasparenti. Oltre al Piano triennale delle opere pubbliche, già in uso da diversi anni, viene ora prevista, anche per gli acquisti di beni e servizi, la redazione di un Programma biennale che andrà pubblicato sul sito del Comune. Anche in questo caso di tratta di una misura di trasparenza che faciliterà la partecipazione alle diverse procedure da parte della PMI locale.

Le piattaforme di e-procurement
Nel corso degli interventi è stato più volte sottolineato in ruolo importante svolto dalla Piattaforma di e-procurement di Regione Lombardia. Attraverso SINTEL già molti Comuni hanno svolto procedure di acquisto negli ultimi anni e la realtà lombarda risulta essere tra le più avanzate in questo campo a livello nazionale. ARCA ha annunciato che sono già in corso le necessarie modifiche per adeguare questo importante strumento di lavoro per gli Enti Locali al nuovo quadro normativo definito dal D.Lgs. n. 50/2016.
Anche CONSIP sta aggiornando i suoi servizi e sono previste alcune novità anche per la piattaforma MEPA - Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione.

Leggi anche...
BUONA SCUOLA

Internet e arredi ultra ergonomici con contenuti digitali integrati da scaricare sullo smartphone.

FINANZIAMENTI

L'agevolazione è per chi possiede un terreno contaminato, ma non è responsabile dell'inquinamento.

E' attivo il servizio di conciliazione per risolvere le controversie tra utenti e gestori delle telecomunicazioni

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

Edison

Costruiamo insieme un futuro di energia sostenibile

EDISON vuole essere interlocutore e partner delle realtà locali e dei loro stakeholder, per trovare risposte e soluzioni concrete ai bisogni che esprimono.

IDEA PLAST

Giochi e arredi green: diamo una seconda vita alla plastica

Realizziamo il sogno di prevenire la formazione di rifiuti e dare una “seconda” incredibile vita alla plastica trasformandola in giochi e arredi.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155