SEZIONE: CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI
PATRIMONIO CULTURALE

Fassino: ai musei civici piena integrazione nel sistema nazionale

17 Febbraio 2016
 

"I musei civici, che con quasi 2 mila strutture rappresentano il 40% dell'intera offerta museale nazionale, sono una costola di eccellenza del nostro patrimonio culturale. Per questo vanno pienamente integrati nel sistema museale nazionale partendo dalla definizione di alcuni punti da far confluire in una piattaforma che Anci intende sottoporre al governo ed al Parlamento". Lo ha sottolineato il presidente dell'Anci Piero Fassino intervenendo al seminario sul rilancio del sistema dei Musei civici organizzato dall’associazione. Parlando davanti a una numerosa platea di amministratori locali, Fassino ha aggiunto: "Queste strutture sono quelle che gravano di più sulle spalle delle amministrazioni comunali ma che spesso conservano le testimonianze più vicine ai patrimonio dei territori. Da qui la necessità di "rafforzarli includendole a pieno regime nei percorsi culturali nazionali anche per non disperdere questo patrimonio fondamentale”.

 

Il rapporto tra sistema museale locale e statale

Il primo punto trattato da Fassino è quello del rapporto tra sistema museale locale e statale: "Le innovazioni apportate dal ministro Franceschini, con l'autonomia dei maggiori musei statali da un lato e soprattutto con l'avvio dei Poli museali regionali sono certamente positive", ha evidenziato il presidente di Anci. "Questo tema, anche alla luce della riforma del Mibact, è centrale per i Comuni ma deve svilupparsi – ha aggiunto - un dialogo ed un confronto costruttivo tra Anci e ministero, mirato in particolare allo sviluppo di strategie di promozione comuni sia per le Città d'Arte che per i musei diffusi sul territorio”.

 

La partnership pubblico-privato

Fassino ha sottolineato anche la necessità di proseguire sul terreno della partnership pubblico/privato, "un’opportunità per ampliare la base finanziaria per gli investimenti culturali e migliorare l'efficienza nella gestione manageriale dei musei". Ma per fare questo - ha ricordato il sindaco di Torino - "è necessario che la legislazione ed i sistemi di attribuzione delle risorse rendano convenienti e utili le sperimentazioni più innovative”.
Altro tassello essenziale dell'agenda Anci per rilancio dei musei civici è quello della sostenibilità finanziaria a medio lungo termine dei musei civici. In questo senso, Fassino ha salutato con favore le innovazioni del fund raising e dell'Art bonus “reso permanente dalla legge di stabilità 2016”, che “porta vantaggi notevoli non solo nei Comuni, in particolare perché le donazioni possono essere rivolte non solo a interventi strutturali e di restauro, ma anche al "sostegno", delle strutture”. Tuttavia, il presidente Anci ha delineato alcune criticità per migliorarne il funzionamento: “Chiederemo di attivare una campagna di comunicazione nazionale e locale per diffondere lo strumento e il suo uso, cosa che finora è stata fatta solo in parte”, ha ricordato.

 

Una formazione specifica per gli amministratori locali

Infine, Fassino ha auspicato “l’avvio di uno specifico piano di informazione e formazione, di carattere tecnico, rivolto ai funzionari dei settori della pubblica amministrazione coinvolti, che solo in pochi casi hanno avuto fino ad ora esperienze in questo campo”, ma che sono figure strategiche in fase di promozione quanto di realizzazione degli interventi.

(VV)

Leggi anche...

La Regione Lombardia ha approvato un bando che prevede finanziamenti per interventi su beni immobili e mobili del patrimonio culturale lombardo.

TURISMO

Il progetto Turismo Green e Blu – esperienze di cammini e percorsi ciclabili vale 2,3 mln di euro.

Il Ministero per i Beni e le Attività culturali invita le città interessate a candidarsi al titolo, alla Giornata informativa nazionale afferente che si terrà a Roma.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155