SEZIONE: TECNOLOGIA E INNOVAZIONE

Luci e ombre dell’eGov

16 Marzo 2011
 
I risultati che emergono dall’Osservatorio eGovernment 2010 della School of Management del Politecnico di Milano, presentato di recente, sono contraddittori. L’indagine, condotta su un campione di 650 enti, ha evidenziato come quasi il 75% degli enti locali abbia un progetto di eGovernment attivo, oltre il 50% più di due e il 25% tre o più. Oltre il 65% delle Province e quasi l’85% dei Comuni hanno in programma di avviare un’iniziativa di innovazione nei prossimi 12 mesi, più del 45% almeno 2 progetti.
Questi i risultati più positivi, insieme all’adozione della Pec, attivata da quasi l’80% del campione analizzato, e l’utilizzo della firma digitale, presente nel 60% dei casi.
Restano tuttavia difficoltà e incertezze, stando all’indagine, nell’avviare, progettare e realizzare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Sono numerosi, per esempio, i progetti avviati in autonomia che falliscono, 50% nelle Province e 63% nei Comuni. Fra le cause principali la mancanza di fondi che si esauriscono ben presto, anche perché non sempre gli Enti locali prevedono i costi di manutenzione ordinaria delle soluzioni avviate (meno del 60%) e i costi per lo sviluppo futuro (meno del 50%). Succede così che nel 40% dei casi l’iniziativa si esaurisca dopo 1 o 2 anni e a 3 anni di distanza una su due è destinata a fallire. Questi dati nascono, sottolinea l’Osservatorio, da una scarsa cultura nel settore, a livello sia politico sia tecnico, che si evidenzia nella mancanza di una programmazione pluriennale. E in questo caso le dimensioni non sono significative. Comuni capoluogo mettono a disposizione strutture articolate, ma se queste non sono pienamente coinvolte e preparate i progetti stentano. Per avere un’idea di questa difficoltà, è sufficiente riferirsi ai dati relativi all’interazione con i cittadini. Dall’indagine, infatti, risulta che solo il 16% degli Enti offre la possibilità ai cittadini di inoltrare online i documenti e meno dell’8% consente di concludere online l’intero iter relativo al servizio richiesto.
Leggi anche...
PROSPETTIVE

Tra le sfide in arrivo: trasformare gli operatori da erogatori di carta a consulenti.

L'Esperto

Gli spunti più rilevanti del capitolo 12 del Piano triennale per l’informatica nella PA 2017-2019

GRADUATORIE

Da Regione Lombardia un contributo per rinnovare gli impianti di illuminazione pubblica.

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

IDEA PLAST

Giochi e arredi green: diamo una seconda vita alla plastica

Realizziamo il sogno di prevenire la formazione di rifiuti e dare una “seconda” incredibile vita alla plastica trasformandola in giochi e arredi.

GeCaS by Klan.IT

GeCaS - Gestione Integrata Servizi Socio Sanitari - Per un welfare della sostenibilita' e della conoscenza

GeCaS – Gestione Integrata Servizi Socio Sanitari è una piattaforma per organizzare e gestire digitalmente il progetto di aiuto alla persona in ambito sociale e per facilitare le interazioni online con cittadini e assistiti.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155