SEZIONE: ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME

Approvato il bilancio anticrisi della Regione Lombardia

18 Dicembre 2008
 
Quello approvato è un bilancio da 25 miliardi di euro, 16 dei quali (pari al 74,3%) destinati al Servizio sanitario regionale e ben 3.500 milioni (il 15% delle entrate) destinati al Fondo di solidarietà interregionale (al quale la Lombardia contribuisce per più del 50%).
Il bilancio si inquadra in una manovra triennale (2009-2011) da 67 miliardi di euro di risorse regionali destinate alla realizzazione delle politiche e degli obiettivi previsti dal DPEFR (Documento di Programmazione Economica Finanziaria), i cui ambiti principali sono: persona, capitale umano e patrimonio culturale; competitività; sanità, famiglia e casa;ambiente, territorio e infrastrutture; sicurezza.
Fra gli elementi fondamentali della manovra finanziaria c’è il rispetto del Patto di Stabilità. Esso comporta l'impossibilità a impegnare spese correnti, al netto delle spese sanitarie, in misura superiore all'importo minimo del triennio precedente e l'impossibilità a contrarre debiti per gli investimenti. Condizioni che Regione Lombardia ha sempre rispettato e continuerà a rispettare. Tutto ciò senza aumentare le tasse.
Nello specifico, oltre a interventi per le aree “Persona, capitale umano e patrimonio culturale” (circa 750 milioni nel triennio), “Competitività” (101 milioni per il 2009 e 244 per il triennio, cui si aggiungono fondi nazionali ed europei), La Regione si è impegnata nell’area “Sanità, famiglia e casa” con risorse per 49 miliardi nel triennio. Nell’ambito del welfare, per esempio, verrà data priorità ad alcuni interventi quali:
 
  • sostegno alla maternità e alla famiglia (risorse statali per 55,8 milioni nel triennio; risorse FNPS per 13,7 milioni, risorse regionali per 2,7 milioni e 14,7 milioni);
  • politiche socio-sanitarie per il sostegno alle persone fragili, in particolare anziani e disabili (Fondo non autosufficienti per 14,6 milioni, FSR per 1.398 milioni);
  • politiche per il disagio e le nuove povertà (2 milioni FNPS su Contratti di Quartiere, 2,8 milioni sul servizio di custodia socio-sanitaria e sociale; risorse regionali 0,7 milioni);
  • interventi di politica abitativa (sostegno affitti, ecc.)
Altra area di interveto è quella “Ambiente, territorio e infrastrutture” che beneficia di uno stanziamento che nel triennio supera i 3 miliardi di euro. In particolare:
  • Trasporto Pubblico Locale con uno stanziamento di circa 130 milioni aggiuntivi di risorse autonome rispetto alle previsioni iniziali;
  • Infrastrutture prioritarie: le risorse autonome (156 milioni) sono destinate in parte agli investimenti sul materiale rotabile, ad integrazione delle risorse statali (50 milioni 2009 anticipazione FAS) e in parte agli interventi prioritari sulla rete stradale di interesse regionale, le cui risorse integrano la programmazione ex D.lgs 112/98;
  • Servizi di Pubblica Utilità: in questo comparto emergono progetti energetici, tutela e uso delle acque; si conferma l'impegno regionale (96 milioni programmati) per l'attuazione dell'Accordo di Programma Quadro Tutela delle acque, valorizzazione del territorio (14,4 milioni destinati alla difesa del suolo). Inoltre circa 12 milioni sono destinati ad interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, tutela e valorizzazione delle aree protette: 25 milioni nel triennio;
  • Lotta all'inquinamento atmosferico: con 30 milioni saranno finanziate alcune misure antismog condivise con le Regioni del bacino padano (incentivi per sostituire i veicoli inquinanti e gli impianti di riscaldamento, potenziamento della rete di rilevamento della qualità dell'aria. ecc).

Infine, nel corso dell'esercizio 2009 per l'area “Sicurezza” sono stanziati 22 milioni di euro circa, destinati a interventi urgenti in caso di calamità, sistema regionale di protezione civile, sicurezza urbana e potenziamento del sistema delle Polizie Locali (compresa l'attuazione del "numero unico").

Leggi anche...

Con la presentazione delle domande alla Regione, parte la fase istruttoria che erogherà contributi ai Piccoli Comuni per la gestione associata di servizi comunali.

RIFORME

Si chiede uno spazio di competenza regionale per la gestione ottimale di funzioni collegate a servizi.

INIZIATIVE

Appuntamento il 20 febbraio a Milano per un dibattito sui temi di più stretta attualità.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155