SEZIONE: ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
da ANCI LOMBARDIA
Eventi

Assemblea Anci Lombardia: quarantesimo e Protocollo sul riordino territoriale

20 Dicembre 2018
 

ANCI Lombardia, UPL, Città Metropolitana e Regione Lombardia sottoscrivono un’intesa che dà avvio al tavolo per affrontare i temi del riordino territoriale in regione, chiedendo al governo la delega necessaria per ridisegnare l’assetto istituzionale più funzionale alle caratteristiche socio-economiche e geomorfologiche del territorio lombardo, in cui più dei due terzi dei comuni sono piccoli o molto piccoli. L’intesa è stata presentata oggi, a margine del direttivo e dell’assemblea che si sono tenuti nella sede di via Rovello, alla presenza del presidente di ANCI Lombardia e sindaco di Lecco, Virginio Brivio, del nuovo presidente di UPL - Unione Province Lombarde - e presidente della Provincia di Pavia, Vittorio Poma, del vicesindaco della Città Metropolitana di Milano, Arianna Censi, e dell’assessore regionale agli Enti locali Massimo Sertori. Nel corso della mattinata è stato celebrato il 40esimo compleanno dell’associazione, in occasione del quale ANCI Lombardia ha realizzato una targa consegnata a tutti i sindaci dei comuni iscritti. Dal gennaio del 1978, l’associazione lombarda dei comuni ha dimostrato con i fatti la propria utilità. Oggi rappresenta 1355 comuni lombardi, il più alto numero di enti locali rappresentati tra le ANCI regionali. Tra questi 942 sono piccoli comuni, cifra che fa della Lombardia la regione con il più alto numero. “Ciò richiede ad ANCI – sottolinea Brivio - un costante impegno per rappresentare le istanze dei centri urbani non solo medio grandi ma anche di quelli di piccole dimensioni, promuovendo le necessarie innovazioni istituzionali che permettano loro di affrontare vecchie e nuove sfide in sinergia con i soggetti territoriali, a cominciare dalle province, oggi ‘case dei comuni’ governate da sindaci e consiglieri comunali”. 


Nel corso dell’assemblea, ANCI Lombardia ha approvato il budget per il 2019, anno in cui terminerà il mandato dall’attuale gruppo dirigente che proseguirà nelle sue funzioni fino al prossimo autunno, quando l’assemblea eleggerà i nuovi vertici associativi. Dal budget per il prossimo anno (5,6 milioni di euro) 1,3 milioni saranno destinati allo sviluppo di servizi e 3,1 milioni all’implementazione di importanti e strategici progetti finanziati con risorse regionali, governative e comunitarie che hanno l’obiettivo di sviluppare la capacità quotidiana dei sindaci e dei comuni lombardi di affrontare il quotidiano sforzo di garantire i servizi ai cittadini. Tra i progetti appena varati spiccano quello che punta ad aiutare i comuni che si organizzano a livello territoriale sotto il coordinamento delle province “case dei comuni” e di ANCI Lombardia, ad utilizzare di più i fondi messi a disposizione dall’Unione europea, oppure quella avviata per promuovere l’indispensabile innovazione sociale e del welfare che deve permettere agli enti locali di fare fronte alle esigenze di tutela dei più deboli e di potenziamento dei servizi. 


Ancora sul versante della governance ANCI Lombardia punterà sulla formazione e lo sviluppo di modalità di gestione associata dei servizi, soprattutto a favore dei comuni più piccoli. Spazio anche alla massiva campagna che permetterà di formare e gestire amministrativamente più di 800 giovani che saranno impiegati a servizio degli enti locali nell’ambito dei progetti di servizio civile. E, ancora a favore dei giovani, dei progetti di formazione e di avvio al lavoro. E poi le sfide strategiche della rigenerazione urbana, promuovendo le partnership pubblico-private per recuperare le aree dismesse. Ancora tra i progetti saranno rilanciate una nuova comunicazione, tra cui un progetto editoriale con IlSole24Ore che permetterà ai comuni associati di accedere gratuitamente ad alcuni servizi del quotidiano,  e il marketing associativo a sostegno dell’azione quotidiana di sindaci e comuni che non devono mai sentirsi soli. 


Quanto alla imminente legge di stabilità ANCI Lombardia, attraverso il presidente Brivio, ha sottolineato le preoccupazioni per quel che riguarda i possibili mancati trasferimenti di risorse e i rallentamenti sulla semplificazione mentre è positiva la conferma dell’utilizzo di una percentuale congrua degli avanzi di amministrazione.

 

 

Leggi anche...

Servono interventi ad hoc. E Mangialardi propone: "Aumentiamo la durata del mandato dei sindaci".

da ANCI LOMBARDIA
ANCI Lombardia

Secondo appuntamento dell'iniziativa promossa da Anci Giovani Lombardia

Giurisprudenza

Così ha stabilito una recente sentenza della Corte Costituzionale

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2019 - P.Iva 12790690155