SEZIONE: CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI
RICONOSCIMENTI

Francesco Tonucci vince il Premio Andersen 2017

19 Maggio 2017
 

"Per cinquant’anni di vita artistica che lo hanno condotto sulla scena internazionale come uno dei più brillanti e celebri vignettisti italiani. Per avere accompagnato, con garbo, efficacia e ironia, la storia recente della nostra scuola, della quale ha saputo raccontare miti e mode, speranze e disillusioni. Per l’impegno pedagogico e civile interamente dedicato al rispetto e alla dignità dell’infanzia, ai suoi diritti, al suo immaginario, alla sua divergenza".

Con questa motivazione, la giuria del 36esimo Premio Andersen ha assegnato il prestigioso riconoscimento, per l'edizione 2017, a Francesco Tonucci, ricercatore dell'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il Premio "Protagonisti della cultura per l’infanzia”, ogni anno, classifica i migliori libri dell'anno per bambini e ragazzi ed è stato assegnato al professor Tonucci che è anche psicopedagogista e autore del progetto "La Città dei Bambini", adottato da più di 150 città, grandi e piccole.


Una vita, la sua, spesa per creare in tutto il mondo le città dei bambini e far rispettare la convenzione dei diritti dell’infanzia e, da mezzo secolo impegnata a raccontare, attraverso il tratto leggero e l’ironia delle vignette, la scuola e la società con gli occhi dei bambini.
Un ambito creativo grazie a cui ha conosciuto la notorietà internazionale, con lo pseudonimo Frato, tanto che nel 2016 la città di Granada gli ha dedicato una grande retrospettiva, in cui è stata ricostruita la carriera brillante e sfaccettata del disegnatore, che ha aiutato adulti e bambini a imparare a considerare la scuola come la più significativa depositaria della creatività, aliena dal mondo adulto. Ma non per questo esente da critiche: famose le sue sferzate alla scuola degli anni 70-80, descritta come un universo chiuso capace solo di riproporre una didattica pedante che impoverisce gli scolari e toglie motivazione agli insegnanti.

In una recente intervista a GiuntiScuola, Tonucci ha così descritto la condizione dei bambini di oggi : "Continuano a essere considerati un “non ancora” un futuro da costruire, da formare, da educare. Un futuro cittadino nonostante la convenzione dei diritti dell’infanzia dell’’89. Continuano a non essere ascoltati o per lo meno a non essere tenuti in conto perché non si abbandona l’idea della loro impreparazione, incapacità a farsi carico dei problemi importanti della vita, della scuola, della città". Tonucci prosegue raccontando che il metodo che ha scelto per raccontare questa realtà, sia come ricercatore, sia come disegnatore è quello della osservazione curiosa, dell’ascolto interessato più che dello studio. "Racconto e illustro quello che osservo più che quello che altri hanno descritto. Credo che questo potrebbe essere uno dei motivi del riconoscimento che ricevo dal mondo pur difficile della scuola. Non mi sente estraneo, fiscale e saccente, ma partecipe e spesso arrabbiato e critico perché interessato e appassionato".

Francesco Tonucci collabora con Anci Lombardia per il progetto "La Città dei bambini e delle bambine", ed è l'autore delll'e-book pubblicato lo scorso anno dall'Associazione dei Comuni lombardi.

La consegna del Premio avverrà il 28 maggio 2017 a Palazzo Ducale, Genova(VV)

 

Leggi anche...
Laboratorio Cultura

I musei di proprietà degli enti locali costituiscono la percentuale più elevata dei musei italiani

PARTNERSHIP

Al via la compartecipazione in difesa di un museo unico, di portata nazionale, con Triennale e Regione.

ISPIRAZIONI

Nel libro di William Woollard consigli semi seri per sopravvivere allo stress, con volontà.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155