SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE - AMBIENTE, ENERGIA
NORMATIVE

Banca della Terra, c'è tempo sino al 28/2 per iscrivere i terreni

20 Gennaio 2017
 

A seguito della pubblicazione della Legge di semplificazione 2016 (l.r. 14 del 26/05/2016), il termine previsto per gli adempimenti comunali è stato portato da 180 a 360 giorni dall’entrata in vigore del regolamento regionale della Banca della terra. I Comuni lombardi avranno quindi tempo fino al 28 febbraio 2017 per provvedere a comunicare, tramite il proprio sito web istituzionale, tramite affissione sull'albo pretorio o altre forme di comunicazione istituzionale, la possibilità d'iscrivere i terreni abbandonati o incolti alla Banca della Terra Lombarda. 


Cosa prevede la norma
Ricordiamo, come raccontato da Strategie Amministrative lo scorso 20 settembre, che Regione Lombardia, attraverso la Legge di assestamento al bilancio 2016/2018, aveva eliminato dalla Legge Regionale sulla “Banca della Terra” la norma che prevedeva, per i Comuni inadempienti al dettato legislativo, l'esclusione temporanea "da ogni trasferimento, bando o finanziamento regionali fino al momento dell’effettuazione e trasmissione del censimento ai fini dell’inserimento dei terreni nella banca della terra lombarda”. Grande era stata la soddisfazione di Anci Lombardia, che si era fatta promotrice di un'azione su Palazzo Lombardia, affinchè ascoltasse le lamentele di moltissimi Comuni che  segnalavano l'impossibilità di sostenere le spese di incarichi professionali mirati al censimento dei terreni, necessari di fronte alla mancanza di adeguate risorse umane per procedere con le operazioni censuarie. 
 

Premialità per i Comuni adempienti e nuovo testo della norma
Oltre a rivedere la norma eliminando l’obbligo perentorio di effettuare i censimenti e annullando quindi le sanzioni per i Comuni, il provvedimento regionale ha introdotto inoltre un altro punto richiesto da Anci Lombardia: il principio di premialità.
Ecco dunque il nuovo testo normativo: “I comuni, entro trecentosessanta giorni dall'entrata in vigore del regolamento di cui al comma 8, comunicano, tramite il proprio sito web istituzionale, tramite affissione sull'albo pretorio e altre forme di comunicazione istituzionale, la possibilità d'iscrivere i terreni abbandonati o incolti alla Banca della Terra Lombarda. L'elenco dei terreni resi disponibili dai legittimi proprietari è trasmesso alla Regione. Con provvedimento della Giunta regionale sono stabiliti, a beneficio dei comuni adempienti, specifici criteri di preferenzialità in relazione ai trasferimenti, bandi o finanziamenti”. 
 

La call di Sondrio a presentare proposte
Intanto, a Sondrio, per ovviare al problema dell’abbandono dei campi e dell’incolto, è stato creato un database pubblico online in cui confluiranno tutti i terreni agricoli non più coltivati o i pascoli che i proprietari (o gli aventi diritto) dichiareranno disponibili per la temporanea assegnazione ai soggetti che ne faranno richiesta. Campi privati e pubblici saranno messi a disposizione in modo volontario: il 15 febbraio è il termine ultimo per presentare l’iscrizione del proprio terreno al database; all'interno della banca dati possono confluire terreni agricoli incolti da almeno due anni e pascoli infestati da arbusti, prima che si trasformino in bosco.
Per aderire, occorre compilare il modulo scaricabile dal sito del Comune di Sondrio, indicare le proprie generalità, il luogo dove si trova il terreno e l’eventuale affitto o il rilascio gratuito.

(VV)

Leggi anche...
Verde urbano

Secondo i dati Istat i Comuni del Nord sono in media più verdi rispetto a quelli di Centro e Sud

da ANCI LOMBARDIA
UrbanLab 2020

Questo il concetto di fondo del saluto di Yuri Santagostino, vicepresidente Anci Lombardia, ai lavori di UrbanLab

BENI CULTURALI

Un patto tra forze politiche di diversa appartenenza per i luoghi icona della Brianza.

Edison

Costruiamo insieme un futuro di energia sostenibile

EDISON vuole essere interlocutore e partner delle realtà locali e dei loro stakeholder, per trovare risposte e soluzioni concrete ai bisogni che esprimono.

IDEA PLAST

Giochi e arredi green: diamo una seconda vita alla plastica

Realizziamo il sogno di prevenire la formazione di rifiuti e dare una “seconda” incredibile vita alla plastica trasformandola in giochi e arredi.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155