SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA'
TERRITORIO

Moschee lombarde, Regione chiede ai Comuni una mappatura

27 Luglio 2016
 

"Vi chiedo, per quanto in vostro possesso e nell'assoluto rispetto delle competenze nell'ambito dell'Ordine pubblico, di conoscere la 'mappatura' dei luoghi di culto, in particolare le moschee, i centri culturali islamici e le scuole coraniche, presenti sul vostro territorio comunale". Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, ha inviato a tutti i sindaci della Lombardia e, per conoscenza, ai Prefetti, questa comunicazione. "L'ennesimo gravissimo episodio accaduto oggi in Francia indica chiaramente che siamo ben oltre l'emergenza", ha affermato Beccalossi, cui il governatore Roberto Maroni ha affidato il compito di coordinare azioni per la sicurezza, a partire dalle verifiche sulla legge regionale sui luoghi di culto, la cosiddetta 'legge anti-moschee'.
 

Il termine per nuove strutture religiose scade il 6 agosto
Statistiche non ufficiali parlano di circa 80 moschee in Lombardia, ma di fatto sono molte le realtà gestite in modo "amatoriale", in strutture non dichiarate, che potrebbero far salire il numero a circa un centinaio. Stando al censimento della Direzione della polizia di prevenzione del maggio 2010, in Italia c'erano 4 moschee e 222 luoghi di culto, ma il dato appare al momento decisamente sottodimensionato.
"Con la richiesta desideriamo - si legge nella lettera - valutare al meglio la possibilità di intervenire con eventuali provvedimenti legislativi di competenza regionale atti a regolamentare questa materia e per sviluppare un'ulteriore forma di collaborazione con i sindaci sulla sicurezza urbana". L'iniziativa della Regione si inserisce nella sfera della legge regionale che di fatto inasprisce le regole per i luoghi di culto islamici. Nella lettera, l'assessore Beccalossi ricorda ai Comuni che "il termine per prevedere nuove attrezzature religiose, ai sensi della legge regionale sulla costruzione dei nuovi luoghi di culto, scade il 6 agosto. Da lì in avanti non sarà più possibile realizzare strutture di questo genere, a meno che non si ponga in essere una variante del Piano di governo del territorio".

 

Leggi anche...
VIOLENZA SULLE DONNE

L'Anci sostiene la necessità di un profondo rinnnovamento e cambiamento culturale.

Legalità

Prende il via un percorso formativo organizzato da ReteComuni per il contrasto al riciclaggio

Formazione

Iniziativa curata da Regione Lombardia – Polis Lombardia – ANCI Lombardia

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155