SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA' - WELFARE E POLITICHE GIOVANILI
TUTELE

Cinisello apre un centro antiviolenza sulle donne

13 Giugno 2016
 

Di fronte all'emergenza femminicidi - sono quasi 60 le donne vittime di violenza domestica dall'inizio del 2016 - e all'aumento generalizzato di episodi che vedono la sopraffazione fisica e psicologica di mogli, mamme, fidanzate, l'Ospedale Bassini di Cinisello Balsamo ha deciso di inaugurare un Centro Antiviolenza per donne sole o con figli minori, vittime di violenza e maltrattamenti. "Un ulteriore punto di riferimento per la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne in un’ottica territoriale", spiegano dalla direzione sanitaria.

 

Un servizio destinato a cinque comuni del territorio

L’Azienda Insieme per il Sociale ha pubblicato il bando per l'affidamento della gestione del servizio che diventerà un punto di riferimento qualificato per i 5 Comuni dell’ambito: Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano e Sesto San Giovanni. La gestione del Centro verrà finanziata, nella fase iniziale, dalla Regione Lombardia per 40mila euro, dall’Ambito di Cinisello Balsamo per 39mila euro e dal Comune di Sesto San Giovanni per 37mila euro, per complessivi 116mila euro. Il termine per la presentazione delle domande scade il 21 giugno 2016. Tutte le informazioni sono disponibili su www.insiemeperilsociale.it.

 

Punto di arrivo di un impegno pluriennale
Il contrasto alla violenza di genere è uno dei punti qualificanti del programma di governo dei Comuni dell’Ambito di Cinisello Balsamo e del Comune di Sesto San Giovanni. Il Centro Anti Violenza per le donne vittime di maltrattamenti è stato progettato secondo le direttive della Regione Lombardia ed è un punto di arrivo dell’esperienza maturata in anni di lavoro con lo Sportello Donna di Bresso e con le Reti Antiviolenza di Sesto San Giovanni e di Cinisello Balsamo. “Il centro sarà un luogo di accoglienza e ascolto e in grado di progettare un percorso individuale di accompagnamento e sostegno della donna. Particolarmente significativa la sua collocazione all’interno di un presidio sanitario che potrà erogare anche le prestazioni necessarie nei casi di violenza – ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali Gianfranca Duca  -  Si tratta di un progetto particolarmente importante, espressione di un prezioso lavoro di rete che dimostra ancora una volta l’attenzione e la sensibilità delle Amministrazioni comunali al tema della violenza contro le donne”.

 

(VV)

Leggi anche...
da ANCI LOMBARDIA
Welfare

Dati UE: a febbraio raddoppiati gli ingressi rispetto a gennaio

da ANCI LOMBARDIA
EMERGENZA SISMA

Affollato convegno a Palazzo Pirelli, evidenziate le difficoltà per i Comuni

Iniziative

Online il nuovo numero della rivista

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155