SEZIONE: LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA - AMBIENTE, ENERGIA
IDEE

In Messico creato il primo cemento autoilluminante

21 Giugno 2016
 

José Carlos Rubio, dell’Università di Michoacan di San Nicolas Hidalgo in Messico, ha lavorato all’idea di un materiale da costruzione capace di assorbire ed emettere luce, con una durata di vita stimata di circa cento anni, riuscendo infine ad ottenere un prodotto commercializzabile.

 

Il cemento comunemente utilizzato è una polvere che, quando viene aggiunta all'acqua, si comporta come una pillola effervescente: “In quel momento, inizia a diventare un gel, simile a quello utilizzato per le acconciature, ma molto più forte e resistente”, ha spiegato Rubio. “Nello stesso tempo, al suo interno si formano dei cristalli, che sono i sottoprodotti indesiderati del cemento indurito.” Per ovviare a questo problema, il ricercatore è intervenuto sulla microstruttura del cemento, con l’obiettivo di eliminare i cristalli e di “trasformarlo” completamente in un gel, in grado di assorbire l'energia solare e di restituirla come luce.
Secondo le stime di Rubio, edifici, strade, autostrade e piste ciclabili realizzati in questo materiale sarebbero in grado di emettere luce per circa 12 ore, nel corso della notte, rendendo del tutto superflua l’illuminazione elettrica.

 

Leggi anche...
SOSTENIBILITA'

A disposizione dal 18 giugno la procedura per aggiudicarsi i due milioni di euro stanziati.

RECUPERO EDILIZIO

Sorgerà sulle macerie della Cardarelli via Strozzi, con un contributo finanziario statale.

Laboratori dell'innovazione

Impressioni sul Laboratorio ed esperienze significative raccontate dai Comuni

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155