SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA'
LEGALITA'

Contrasto al gioco d'azzardo: calano del 12% le slot machines

10 Marzo 2016
 

Dall'entrata in vigiore della legge regionale sul contrasto alla ludopatia il numero di slot machines presente sul territorio lombardo è sceso di 8mila (un calo del 12 per cento sul totale degli apparecchi installati), con meno 283 videolottery, le macchinette che permettono di giocare anche 500 euro alla volta e 1.283 esercizi commerciali “bonificati”. Sono i numeri resi noti dall’assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo della Regione Lombardia e team leader della Giunta Maroni nella lotta alla ludopatia Viviana Beccalossi, all’apertura dei lavori della Prima giornata nazionale delle Regioni e degli Enti locali sul contrasto al gioco d’azzardo. "Regione Lombardia ha fatto del contrasto al gioco d’azzardo patologico un punto fermo dell’azione di governo fin dall’inizio della legislatura in corso. La nostra legge, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale nel 2013 e successivamente modificata, ha sicuramente avuto il merito di far parlare molto del problema e di permettere azioni concrete di contrasto alla ludopatia.
La Lombardia si candida a diventare un modello da seguire: "Anche in altre regioni italiane, magari con alcune differenze, si è deciso di affrontare un percorso simile a quello intrapreso in Lombardia e oggi siamo qui a confrontare le rispettive esperienze e soprattutto a mandare un segnale forte: le Regioni e gli Enti locali vogliono continuare ad avere voce in capitolo perché è proprio a loro che spetta il compito più triste e gravoso, quello di prevenire il fenomeno ma soprattutto curare le persone".


Criteri rigorosi per i luoghi sensibili

Due i pilastri fondamentali della normativa ricordati dall’assessore Beccalossi: l’individuazione dei luoghi sensibili e le azioni socio assistenziali. "Sul primo punto siamo stati chiari: non potrà essere attivata nessuna slot o rinnovata alcuna licenza entro la fascia di 500 metri dai luoghi sensibili come scuole, ospedali, chiese, oratori e centri di aggregazione sia giovanili che per anziani. Le azioni socio assistenziali, invece, sono contenute in un piano operativo condiviso con le Asl che prevede azioni concrete contro questa dipendenza".
Nel 2014 le Asl lombarde hanno assistito 2.111 malati di gioco d’azzardo patologico, sono stati organizzati 540 corsi di formazione che hanno coinvolto oltre 12.000 esercenti e sono stati finanziati con tre milioni di euro messi a disposizione da Regione Lombardia, 68 progetti contro la ludopatia, che hanno coinvolto 1.542 soggetti, tra cui oltre 700 Comuni, 258 associazioni del terzo settore, 319 tra scuole, parrocchie e centri anziani, 45 associazioni professionali e 15 associazioni per la tutela del consumatore".

 

Il ruolo di Anci Lombardia con Mettiamoci in Gioco

Anche Anci Lombardia è in prima linea nella lotta alle ludopatie: lo scorso 14 dicembre è stato firmato un protocollo d'intesa con il Coordinamento Lombardo "Mettiamoci in gioco" per il contrasto a un fenomeno le cui conseguenze sociali, sanitarie ed economiche ricadono sulle persone più fragili e sulle comunità locali. "La firma di questo protocollo d’intesa è un fatto molto importante, che assume una rilevanza ancora maggiore se si pensa che, di fronte alle sollecitazioni ad agire più volte inviategli da parte della società civile, come la richiesta del divieto assoluto di pubblicità, Governo e Parlamento si sono dimostrati in gran parte inerti", ha commentato Roberto Scanagatti, Presidente di Anci Lombardia.

 

(VV)

Leggi anche...
Sicurezza

Le candidature da presentare entro il 19 settembre

È stata pubblicata la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri concernente gli “indirizzi operativi volti ad assicurare l’unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato all’attività di Protezione Civile”.

IMMIGRAZIONE

Sono oltre 25.743 i beneficiari in più di 1.000 comuni, ripartiti in 19 regioni

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155