SEZIONE: CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI
ITINERARI

Lombardia Orientale: viaggio tra i monumenti del gusto

16 Febbraio 2016
 

Un viaggio tra monumenti...del gusto. Che aggiunge alla dimensione suggestiva anche quella esperienziale, dell'assaggio e della scoperta di sapori, odori, combinazioni uniche. E' questa la proposta di Bergamo, Cremona, Mantova, Brescia per celebrare l'elezione della Lombardia Orientale a Regione Europea della Gastronomia 2017: un territorio da scoprire e da gustare, lentamente, facendo esperienza di un patrimonio enogastronomico d’eccellenza, in un contesto unico che va dal lago di Garda al fiume Po, dalle Alpi alle colline, con città d’arte, di storia e di tradizione e sei siti patrimonio dell’Umanità. A cui è stato dedicato anche un sito, www.eastlombardy.it.

A raccontare questo percorso sono stati i sindaci delle città coinvolte: per il Comune di Bergamo Giorgio Gori, per Brescia Emilio Del Bono, per Cremona Gianluca Galimberti; a rappresentare Mantova, il vicesindaco Giovanni Buvoli. Con loro, Danilo Maiocchi, Direttore generale della Direzione Commercio, Turismo e Terziario della Regione e Roberta Garibaldi dell’Università di Bergamo, intervenuti alla BIT, Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

 

Perchè la Lombardia Orientale

La scelta è caduta sulla Lombardia Orientale per la ricchezza del suo patrimonio enogastronomico: 22 ristoranti stellati (di cui due 3 stelle), 10 tra i migliori ristoranti nella guida Gambero Rosso, 22 ristoranti Identità Golose. E poi, la Franciacorta, che è solo il nome più conosciuto di un panorama davvero di rilievo con 2 vini DOCG, 13 vini DOC e 10 vini IGT, presenti in tutto il territorio; o delle acque minerali, come S. Pellegrino. 16 prodotti DOP, 9 IGP, 11 Presìdi Slow Food, e tanti prodotti artigianali di qualità, valorizzati anche attraverso l’importante presenza delle 8 Strade del Vino e dei Sapori, che offrono percorsi del gusto e permettono la riscoperta di prodotti di nicchia. 753 agriturismi e 115 fattorie didattiche permettono di presentare a pieno titolo un territorio enogastronomicamente rilevante a livello europeo.  

Ma non solo: per innovazione e ricerca della qualità nella produzione, secondo i dati del censimento sull'agricoltura condotto dall'ISTAT nel 2010 sono state 2.031 le aziende con coltivazioni DOP e/o IGP (6,3% del totale) e 3.884 quelle con allevamenti DOP e/o IGP (29,8% del totale).

Completano l’offerta turistica oltre 143 mila posti letto, una fitta rete di trasporti, due grandi aeroporti, l’alta velocità ferroviaria, una forte presenza di strutture ricettive complementari quali campeggi e B&B.

 

Obiettivo 2017: fare rete

Il 2016, che vedrà Mantova Capitale Italiana della Cultura, rappresenta un importante momento di lancio per un 2017 dedicato al cibo e al saper fare cibo. Ma essere Regione Europea della Gastronomia significherà anche attivare una strategia basata sulla collaborazione, per favorire lo sviluppo locale socio-economico, attraverso un approccio di rete a filiera corta, che includa in una rete di impresa i numerosi attori locali, affinché si promuovano attraverso azioni congiunte promozionali. Attività di sensibilizzazione per la cittadinanza, progetti ad hoc per le scuole, convegni, presentazioni pubbliche e workshop con l’obiettivo di informare e sensibilizzare alla sostenibilità, alla cultura del cibo, alla qualità, alla riscoperta delle tradizioni e all’innovazione.
Oggi sono 11,5 milioni le presenze nella Lombardia Orientale, di cui il 62% stranieri, con una permanenza media di 3,1 giorni. La sfida raccolta dai territori è quella di ampliare, mettendosi insieme, la propria attrattività con una strategia che punta a creare un’offerta che sia maggiormente targetizzata, più vicina alle esigenze del visitatore, più esperienziale ed emozionale, più sostenibile ed eticamente accettabile, più innovativa e più attrattiva con numerosi prodotti.

(VV)

Leggi anche...
Premi

I due comuni lombardi hanno ricevuto il premio nell’ambito del concorso 100 mete d’Italia

ESPOSIZIONI

Si intitola “La dama allo specchio” la mostra in scena sino all’8 novembre a Villa Carlotta (Co).

Cultura

Grazie rappresenta la Lombardia nella trasmissione “Kilimangiaro” per il borgo più bello d’Italia

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155