SEZIONE: CULTURA, TURISMO E TRADIZIONI LOCALI

L'appello di Terra Madre-We feed the planet: ospitalità ai contadini del mondo

7 Settembre 2015
 

Dal 3 al 6 ottobre Milano diventa capitale della più grande riflessione sul futuro del cibo e del pianeta, grazie all'iniziativa Terra Madre Giovani - We feed the planet, organizzata dalla Rete Giovani di Slow Food, che vuole portare in città migliaia di artigiani del cibo under 40, da tutto il mondo.

L'appello all'ospitalità
Dal momento che la maggior parte dei delegati arriva da paesi lontani, si rende necessaria l'ospitalità presso strutture comunali e private: le persone o le famiglie di Milano e dintorni che volessero accogliere uno o più delegati di Terra Madre Giovani - We Feed the Planet possono sottoporre la propria disponibilità semplicemente registrandosi sull'apposito form del sito. Un gesto già condiviso da molti, che sta ricevendo sempre più consensi e adesioni.

Chi sono i protagonisti
I partecipanti all'evento arrivano da ben 120 Paesi e da tutti i continenti. Sono loro gli artefici dei cambiamenti che avverranno nei prossimi anni nel mondo del cibo e saranno loro, insieme, a proporre nuove idee per un’alimentazione sostenibile. 

L’obiettivo principale dei quattro giorni di manifestazione sarà rispondere a cinque questioni fondamentali alla base della nostro sistema alimentare:


- Innovazione: come produrremo il cibo in futuro?
- 

Equità: come ridistribuire il potere nel sistema globale in maniera uniforme


- Patrimonio: come possiamo preservare il nostro patrimonio alimentare
- 

Comunicazione: quali sono le migliori strategie di comunicazione del cambiamento?
- 

Beni comuni: come possiamo immaginare una nuova strategia per i beni comuni?             
 
Gli obiettivi
L’evento si propone di ispirare, creare e ridefinire idee e modelli che contribuiranno a nutrire il pianeta in modo buono, pulito e giusto. Conferenze, dibattiti, hackathon e workshop verranno organizzati in collaborazione con numerosi partner, tra i quali: FAO, IFAD, Fondazione ACRA, Oxfam, Agriterra, Nordic Food Lab, Sustainable Food Trust, Het Nieuwe Instituut e BESH.
Relatori illustri, tra i quali Carlo Petrini, presidente di Slow Food, Alice Waters, attivista e chef, proprietaria del ristorante Chez Panisse, Raj Patel, accademico, attivista e autore del libro “I padroni del cibo” e Serge Latouche, teorico della decrescita e professore di economia all’università Paris-Sud, contribuiranno all’iniziativa offrendo i loro punti di vista nell’ambito di presentazioni, interviste e dibattiti.

La location
La quattro giorni si svolgerà nel centro di Milano al Mercato Metropolitano (via Valenza 2) e al Superstudio Più (via Tortona 27), entrambi situati nell’area di Porta Genova. Il gran finale si terrà negli spazi di Expo 2015 con un raduno di tutti i 2500 partecipanti, che presenteranno al mondo le loro soluzioni.

(VV)
Leggi anche...
Mobilità

Cicloturismo e spostamenti urbani nei 140 chilometri dell’itinerario lungo le sponde del Garda

Turismo

Lungo i sentieri lombardi le Pro Loco ci guidano alla scoperta dei tesori della regione

APPUNTAMENTI

Coinvolte 11 città con itinerari diurni e notturni, concerti e contest dedicati.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155