SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE

Più di 12 milioni di immobili sconosciuti al Fisco. Lombardia virtuosa.

24 Febbraio 2015
 
Più di 12 milioni di immobili che valgono quasi mille miliardi di euro, ma sono completamente ignorati dal nostro Fisco. La sconcertante fotografia è stata scattata da Immobili in Italia, studio realizzato dal dipartimento Finanze e dall’agenzia delle Entrate: il tax gap, cioè l’evasione fiscale misurata come differenza fra il gettito reale e quello potenziale, nell’Imu e nella Tasi vale 4,2 miliardi di euro all’anno.
Le due imposte, nel 2014, hanno portato nelle casse di Stato e Comuni 23,9 miliardi, cioè 100 milioni in più rispetto alla sola Imu del 2012 (il 2013 non fa testo perché quasi tutta l’Imu sull’abitazione principale fu “pagata” dallo Stato). In pratica, quindi, il 22,6% del gettito potenziale di Imu e Tasi sfugge al Fisco.
Ovvero: in media più di un italiano su cinque ha evaso le tasse sul mattone.
La Lombardia si rivela una regione virtuosa: il primato italiano delle tasse pagate spetta ai contribuenti di questa regione con 2,47 miliardi di Imu e Tasi versati nel 2014, mentre il bottino più sostanzioso sottratto al Fisco sparisce nel Lazio, dove il gettito reale si ferma 689 milioni sotto quello potenziale.
Lo squililbrio regionale si fa più evidente quando si passa alle percentuali: ogni 100 euro di gettito teorico, cioè quello che arriverebbe in cassa se tutti pagassero con puntualità, in Calabria l’incasso effettivo si ferma a 66,2 euro, in Campania è di 67,5 euro e in Basilicata non supera i 70,1. Il Lazio fa poco meglio, con 72,7 euro pagati ogni 100 dovuti, in Lombardia il dato sale a 81,3 euro e in Valle d’Aosta raggiunge il picco, superando di un soffio i 90 euro.
C'è una correlazione evidente, inoltre, con le dimensioni delle città: paesi con meno di 500 abitanti sfuggono di rado all’ufficio tributi del Comune, e ciononostante il tax gap medio di questi mini-Comuni è del 10,59%, ma quando i residenti sono 10-20mila il tasso di evasione arriva al 19,98% e sale al 27,24% nelle città con più di 250mila abitanti.
Per approfondimenti, a questo link è disponibile il documento integrale dell'Agenzia delle Entrate.
Leggi anche...
Emergenza

Gli Assessori alla Mobilità di Anci propongono soluzioni concrete per muoversi in città

Turismo

Una nota della Camera di Commercio evidenzia i giudizi positivi dei turisti e la crescita del settore.

I Comuni lombardi hanno tempo fino all'11 luglio per adeguare la modulistica in uso ai nuovi moduli CIL e CILA.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2023 - P.Iva 12790690155