SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE

Dissesto idrogeologico: attivati interventi per 700 milioni

14 Gennaio 2015
 
Dei 2,3 miliardi di euro messi a disposizione per il dissesto idrogeologico, provenienti da vecchi piani e nuovi stanziamenti, nel periodo maggio-dicembre 2014 sono stati appaltati o attivati lavori per 700 milioni. La ripartizione regionale dei 429 progetti evidenzia la Lombardia al primo posto con 57 interventi per 137,8 milioni, seguita dalla Toscana con 33 interventi per 62,4 milioni, dalla Calabria con 50 interventi per 58,5 milioni.
In Lombardia, tra i maggiori interventi spiccano le opere per la messa in sicurezza del lago d'Idro (50,3 miloni) e l'adeguamento del canale scolmatore di nord-ovest per Milano (23,4 milioni). Sempre fra gli interventi di spicco vanno segnalate le opere sui torrenti che gravi danni hanno prodotto a Genova: lo scolmatore Fereggiano (45 milioni) e gli altri interventi per il fiume Bisagno (37 milioni).
Contemporaneamente l'unità di missione di Palazzo Chigi ha raccolto, insieme al ministero dell'Ambiente, le proposte regionali per i due piani aggiuntivi in corso di messa a punto: il piano nazionale 2014-2020 della difesa del suolo che punta a partire con risorse per 7-9 miliardi e il piano stralcio destinato alle aree metropolitane.
Per il piano nazionale le proposte giunte a Roma dalle Regioni ammontano a una spesa di 16.357 milioni, di cui 875 milioni con progettazione esecutiva e 2.029 milioni con progettazione definitiva. Ci sono quindi circa 2,9 miliardi cantierabili in tempi relativamente brevi quando il piano avrà il via libera. La Regione Lombardia ha presentato progetti per 647milioni.
Per il piano stralcio per le città metropolitane sono invece arrivate proposte per 2.989 milioni di cui progetti per 176 milioni con progetto esecutivo e interventi per 832 milioni con progetto definitivo, ovvero un altro miliardo di opere cantierabili in tempi brevi. La città metropolitana di Milano ha presentato progetti per 84,6 milioni.
Leggi anche...
FUTURO

Due giornate di lavoro in programma il 28 e 29 novembre per rilanciare l'impegno del Comune sul tema.

Risorse idriche

Si è tenuta la Conferenza nazionale sulle acque che ha presentato i dati sullo stato dell’acqua nel nostro Paese

La governance delle aziende prevede tra gli organi di gestione il Consiglio territoriale, formato da un numero di componenti variabile da un minimo di sette ad un massimo di tredici, nominati dal Consiglio Regionale della Lombardia sulla base di un apposito elenco in cui sono inseriti i Sindaci dei Comuni, sede di edifici di proprietà o in gestione ad Aler.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155