SEZIONE: FINANZA E TRIBUTI
OPPORTUNITA'

Moda e design: 1,2 mln di euro per i territori creativi

2 Novembre 2015
 

Si chiama Territori Creativi - Innovazione nella moda e nel design il bando approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini, che mette a disposizione 1.280.000 euro a favore di stakeholder pubblici - enti locali, camere di commercio e università - per realizzare o rinnovare infrastrutture fisiche e digitali dedicate alla moda e al design. "Il nome è stato scelto per esaltare il legame che moda e design hanno con il territorio lombardo e per valorizzare l'autonomia e il ruolo che i soggetti pubblici ricoprono nella promozione economica e nello sviluppo delle imprese locali", ha spiegato Parolini.

 

Un ponte tra fisico e virtuale, sul territorio

Le risorse destinate al progetto sono indirizzate a progetti che sviluppino i territori e i luoghi in cui la creatività gioca un ruolo preponderante: strutture espositive e scuole d'arte, nuovi spazi dedicati alla distribuzione e alla commercializzazione o la realizzazione di app e piattaforme digitale, con un potenziale di investimenti generati di oltre 2,5 milioni di euro. "Il nostro obiettivo è favorire la fruizione dei valori culturali ed economici della moda e del design e aumentare l'attrattività dei centri".

 

Come partecipare

I beneficiari sono soggetti pubblici in forma singola o aggregata. I progetti devono essere realizzati esclusivamente in Lombardia. Il contributo è a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di 200mila euro; il soggetto attuatore per l'istruttoria formale è Unioncamere Lombardia.

Gli interventi devono essere finalizzati a realizzare, rinnovare o valorizzare infrastrutture fisiche e digitali che veicolino i valori culturali ed economici della moda e del design come: strutture e strumenti espositivi fisici e digitali in grado di valorizzare le eccellenze produttive e creative del territorio; strutture, scuole d'arte e mestieri, fablabs, e-lab, spazi per makers, per lo sviluppo di tutte le professioni che ruotano intorno alla filiera della moda e del design, con particolare attenzione a quelle più tradizionali e artigianali. Contemplate anche azioni di rinnovo del contesto urbano, degli arredi pubblici, della segnaletica pubblica e degli arredi di esercizi commerciali e ricettivi, mediante l'introduzione di elementi di moda e design. Ancora, la realizzazione di prodotti digitali con caratteristiche interattive, multimediali e cross-mediali avanzate; app e piattaforme che favoriscano la fruizione di contenuti; luoghi ed eventi in tema di moda e design.

L'assegnazione del contributo avviene sulla base di una procedura valutativa, a sportello, secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande previa istruttoria formale volta a verificare il possesso dei requisiti previsti dal bando. Il termine per la conclusione del procedimento e' stabilito in 120 giorni dalla data di presentazione delle domande.

(VV)

Leggi anche...

Il ministro per la Pubblica amministrazione e la Semplificazione ha fornito dettagliate indicazioni sulle modalità applicative delle nuove disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive

BANDI

Metà dei 350mila euro stanziati va a progetti pubblici di riqualifica di zone con attività commerciali.

STATISTICHE

La nostra regione è al +1,3 per cento. Garavaglia: "Modello virtuoso da replicare".

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155