SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE - ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
Associazionismo

Cornovecchio - Maleo: dai cittadini no alla fusione

17 Novembre 2015
 

Cornovecchio dice “no” alla fusione. Maleo non si presenta alle urne. Il referendum di domenica 15 novembre, tenuto in due centri della Provincia di Lodi, “congela” la fusione di Cornovecchio in Maleo. I cornovecchiesi sono andati a votare compatti per dire “no” allo scioglimento del Comune: su 181 aventi diritto al voto, si sono presentati al seggio in 128, pari al 72 per cento: 88 hanno votato “no” alla fusione per incorporazione di Cornovecchio in Maleo. Mentre 39 votanti hanno detto sì. Una nulla. Il 69 per cento dunque si è detto contrario alla volontà dell’amministrazione comunale cornovecchiese di fondere il paese con quello malerino. Da qui la scelta del sindaco Giuseppe Bragalini di non proseguire nell’iter di fusione: «Non posso ignorare un risultato così evidente: la popolazione è andata a votare quasi tutta e quasi tutta ha detto no, non si tratta di una manciata di voti di scarto, non posso non considerare la volontà popolare».
Il sindaco si è detto pronto a proseguire nell’incarico di primo cittadino fino a maggio (scadenza naturale del mandato), se ci saranno ancora tutte le condizioni.
Nemmeno le voci malerine ribaltano il risultato. Maleo ha snobbato le urne. Solo il 12 per cento si è presentato a votare: su 2620 abitanti aventi diritto al voto, solo 307 si sono presentati alle 3 sezioni presso Il Giardinetto. Quasi tutti per dire sì: 268 si sono detti a favore (87 per cento), 35 hanno detto no. Sono da aggiungere 3 schede bianche e una nulla.
«Prendiamo atto dei risultati martedì sera in consiglio comunale – ha spiegato il sindaco Giuseppe Maggi -: invieremo poi tutta la documentazione in Regione Lombardia e sarà lei a decidere cosa fare».

 


Si è votato dalle 9 alle 21 nel municipio di Cornovecchio e nella sala polifunzionale in via Dante a Maleo. “Siete favorevoli alla fusione per incorporazione del Comune di Cornovecchio nel Comune di Maleo secondo quanto previsto dall’articolo 1, comma 30, della legge del 7 aprile 2014 numero 56?”: questo il quesito a cui malerini e cornovecchiesi sono stati chiamati a rispondere sì oppure no. Gli aventi diritto al voto erano 2620 a Maleo (su 3158 abitanti) e 189 a Cornovecchio (su 218 residenti). Il referendum è nato dalla richiesta di fusione per incorporazione avanzata da Cornovecchio a Maleo con una delibera di consiglio comunale approvata lo scorso 28 marzo a Cornovecchio, successivamente accettata dal consiglio comunale di Maleo. L’ok malerino ha dato ufficialmente il via all’iter. Da qui il referendum consultivo, prima che i rispettivi consigli comunali deliberino la richiesta di avvio della relativa procedura al presidente della giunta regionale Roberto Maroni.
La Regione, dalla convalida dell’esito del referendum nei due consigli comunali, avrà 60 giorni di tempo per convalidare o meno l’operazione, emanando il decreto per lo scioglimento del consiglio comunale di Cornovecchio.

Leggi anche...
iniziative

Online il numero di Luglio/Agosto con approfondimenti per gli Amministratori locali

da ANCI LOMBARDIA
UrbanLab 2020

Questo il concetto di fondo del saluto di Yuri Santagostino, vicepresidente Anci Lombardia, ai lavori di UrbanLab

COMUNI DIGITALI

Se da un lato si riduce il gap tra Nord e Sud, ad essere connessa è solo una famiglia su tre.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155