SEZIONE: ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME

Provvedimenti per i Piccoli Comuni e per le gestioni associate dei servizi

26 Luglio 2012
 
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 156 del 6 luglio 2012 è stato pubblicato il Decreto legge 6 luglio 2012, n. 95 "Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza di servizi per i cittadini". Anci Lombardia ha diffuso ai comuni una circolare che spiega i principali contenuti del provvedimento. Il testo evidenzia che l’art. 19 del decreto tratta delle “Funzioni fondamentali dei Comuni e modalità di esercizio associato di funzioni e servizi comunali”. Il Governo, a seguito delle pressanti richieste di ANCI, ha finalmente riscritto le regole delle G.A.O. (gestioni associate obbligatorie), modificando sostanzialmente l’art. 14 del DL 78/2010 e l’art. 16 della legge 148/2011, rimuovendo le criticità che da mesi ANCI segnalava e che di fatto compromettevano l’applicabilità stessa della norma. Si tratta di nuove norme, semplificate e maggiormente rispettose dell’autonomia dei Piccoli Comuni. Evolve l’elenco delle funzioni fondamentali, articolate in 10 punti di cui 9 da gestire in forma associata da tutti i comuni fino a 5000 abitanti, eliminando la discrasia tra gli obblighi per i comuni sopra e sotto i 1000 abitanti. Vengono rimodulate le scadenze cui i Comuni dovranno attenersi nell’avvio delle G.A.O. (tre da gestire entro il 1° gennaio 2013, le restanti entro il 1° gennaio 2014). Rimane in capo alle Regioni la determinazione di eventuali diversi limiti demografici per le unioni e l’individuazione degli ambiti territoriali ottimali ed omogenei allo svolgimento delle gestioni associate. Il successivo art. 20 dispone misure atte a favorire la fusione dei Comuni e la razionalizzazione dell’esercizio delle funzioni comunali. Il decreto dovrà ora essere convertito in legge e nell’iter parlamentare potrebbe subire modificazioni o integrazioni. Al fine di seguire con la massima attenzione la fase di conversione in legge e la fase applicativa dei processi associativi, ANCI ha chiesto la costituzione di un tavolo di monitoraggio e confronto con il Governo per accompagnare i piccoli Comuni in questo complesso e delicato percorso e per affrontare le urgenti questioni rimaste irrisolte, in primo luogo l’assoggettamento al patto di stabilità dal gennaio 2013 per i Comuni sopra i 1000 abitanti. Vai alla circolare Anci Lombardia
Leggi anche...
Corte Costituzionale

La Consulta ha stabilito l’illegittimità costituzionale dell’art. 16, comma 6, d.l. n.95/2012

Enti locali

Per il Sindaco di Solferino decisione per uscire dalla "gravissima difficoltà economica"

da ANCI LOMBARDIA
Emergenza

Siamo vicini alla famiglia e a tutta la comunità

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155