SEZIONE: FINANZA E TRIBUTI
finanza locale

Legge di stabilità: per Guerra deve "comprendere che il comparto degli enti locali è decisivo"

23 Ottobre 2019
 

In queste giorni iniziano a trapelare i primi rumors sui contenuti della Legge di stabilità 2020, e il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra coglie l'occasione dell'ottava Conferenza della Fondazione Ifel dedicata alla finanza locale per evidenziare che “dentro la prossima Legge di bilancio dovranno esserci delle questioni sulle quali i Comuni non potranno arretrare, senza chiedere risarcimenti per ciò accaduto in passato nella finanza locale ma per far comprendere che il comparto degli enti locali è decisivo se vogliamo parlare di ripresa del sistema paese”.

In platea ad ascoltare la relazione di Guerra era presente il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, al quale il Presidente di Anci Lombardia ha ricordato come, se "in questi anni sono migliorate una serie di condizioni”, “il sentiero entro cui si muove questa manovra si profila ancora in un contesto di scarse risorse”, ma “i Comuni e gli enti locali devono essere intesi come il motore della ripresa e su loro si deve investire e scommettere”, perché “se abbiamo bisogno di rilanciare una pubblica amministrazione più efficiente allora si deve ripartire da lì”. Guerra si è dichiarato consapevole del fatto che “tutto questo forse non troverà spazio nella Legge di bilancio ma chiediamo che alcune risposte ci siano e che ci siano le basi per la costruzione di un sistema delle autonomie i cui parametri sono stati abbandonati”. Sarà dunque fondamentale “provare a riconquistare alla politica la sfida della costruzione di senso di un sistema delle autonomie”, a cominciare dal superamento della vicenda relativa ai costi del debito dei Comuni, poiché “siamo nella condizione dove tutti possono uscirne vincitori, si tratta solo di superare una situazione dove si pagano interessi insostenibili”.

Infine un affondo sugli investimenti, in merito ai quali il Presidente di Anci Lombardia ha ribadito che “abbiamo bisogno di risorse e che i Comuni devono essere messi nelle condizioni di utilizzare e spendere queste risorse”, anche con la definizione di due canali: “da un lato quella dei finanziamenti occasionali, utilizzabili immediatamente, dall’altro i finanziamenti pluriennali, che consentano agli enti di programmare, perché si fa fatica a progettare se non esiste un quadro con il quale orientarsi”. (LS)


Leggi anche...
APPUNTAMENTI

Appuntamento il 2/2 alle 9.30 presso Anci Lombardia per definire come questa opportunità viene colta dagli enti locali.

Le osservazioni di Anci sulle norme che riguardano i Comuni contenute nella recente manovra economica

E' stato pubblicato il Rapporto finale della Commissione ministeriale per lo studio e l'elaborazione di proposte in tema di trasparenza e prevenzione della corruzione nella pubblica amministrazione.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155