SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA' - WELFARE E POLITICHE GIOVANILI
NORMATIVE

Miur e Polizia Stradale: gite scolastiche in sicurezza

6 Marzo 2017
 

Mentre crescono in maniera preoccupante gli episodi di autisti di pullmann di gite scolastiche trovati positivi ai test antidroga e antialcool - in alcuni casi con esiti drammatici per numero di feriti e di vittime - si rinnova l'intesa tra il Ministero dell’Istruzione e la Polizia di Stato, per favorire viaggi di istruzione sicuri e controllati. L'iniziativa "Gite scolastiche in sicurezza" prevede il supporto e la consulenza della Polizia per sostenere le istituzioni scolastiche, che potranno contare su specifiche competenze per predisporre viaggi di istruzione sicuri salvaguardando i insegnanti e alunni.

Cosa potranno fare le scuole
Miur e Polizia di Stato hanno inviato alle scuole indicazioni utili a organizzare gite in sicurezza: potranno rivolgersi alla Polizia Stradale segnalando i viaggi, programmando controlli e richiedendo la verifica dell'idoneità del conducente e dei mezzi di trasporto. Una precauzione giustificata, dato che nel 2016 le violazioni maggiormente affrontate sono state relative alle irregolarità documentali (2.117 violazioni), all'inefficienza dei dispositivi di equipaggiamento (624 violazioni), al mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo (449 violazioni), all'eccesso di velocità (262 violazioni), alle carte di circolazione ritirate (68), alle patenti di guida ritirate (46) e all'omessa revisione (36). 

 

La sicurezza stradale al centro di un progetto più ampio
Il Sottosegretario Gabriele Toccafondi ha spiegato come il tema della sicurezza stradale sia, per il Ministero, al centro di un progetto educativo più ampio: "Dobbiamo far comprendere agli studenti l'importanza di questo tema con l'educazione stradale, come è avvenuto ad esempio attraverso il progetto Icaro realizzato in collaborazione con la Polizia Stradale". Da un anno il Miur ha creato anche un sito ad hoc, www.edustrada.it, al quale tutti diversi soggetti istituzionali collaborano mettendo online progetti di educazione stradale che sono liberi e gratuiti per tutti gli utenti. Ad oggi 1.100 scuole sono registrate e 13.500 sono gli utenti che lo utilizzano regolarmente. "Segno che il tema della sicurezza stradale è entrato a pieno nel percorso educativo. Un percorso che non facciamo mai da soli ma in collaborazione con gli operatori del settore".

 

(VV)

Leggi anche...

Dopo la firma del protocollo tra Regione e ANCI Lombardia partono i primi percorsi di Dote Comune, ai quali si sono già interessati oltre trecento Comuni lombardi

da ANCI LOMBARDIA
Programmi europei

Il progetto a cui collabora AnciLab ha fatto tappa nella Casa dei Comuni

La Regione Lombardia informa che a partire dall’anno 2012 il controllo obbligatorio dei gas di scarico dei veicoli è effettuato esclusivamente al momento della revisione obbligatoria del mezzo.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155