SEZIONE: AMBIENTE, ENERGIA
Ambiente

Dalla Regione fondi per rimuovere l’amianto dagli edifici pubblici

30 Marzo 2017
 

Approvato nella seduta della Giunta regionale uno stanziamento di 300mila euro per finanziare interventi di rimozione dell'amianto dalle strutture pubbliche. Il bando è ora aperto e le domande per accedere al fondo possono essere presentate dalle ore 10 del 19 aprile sino alle ore 16 del 19 maggio.
I beneficiari sono i Comuni che hanno già attivato una convenzione per la rimozione e lo smaltimento dell'amianto proveniente da utenze domestiche, i cui criteri sono stati definiti con la deliberata numero 3494 approvata nella giunta del 30 aprile 2015.

Come accennato dall'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Terzi : "Il finanziamento è a fondo perduto e i Comuni richiedenti possono ottenere una soglia massima di contributo pari a 15.000 euro. Le spese ammissibili devono riguardare la rimozione e lo smaltimento delle tipologie di rifiuti contenenti amianto, come previsto dal bando. La selezione delle domande avverrà attraverso una procedura valutativa a graduatoria".

Gli interventi ammissibili devono riguardare i lavori di rimozione dei manufatti in cemento-amianto, compreso il successivo smaltimento anche previo trattamento in impianti autorizzati, effettuati nel rispetto della normativa ambientale, edilizia e di sicurezza nei luoghi di lavoro. Il materiale dovrà provenire da edifici e strutture pubbliche posizionati all'interno del territorio comunale e di proprietà dell'ente pubblico. Non sono ammessi la finanziamento: la progettazione di interventi di ripristino, realizzazione di manufatti sostitutivi e loro messa in opera; le spese di acquisto di beni, mezzi e materiali sostitutivi e la loro messa in opera; gli interventi terminati prima della pubblicazione del bando.

 Tutte le informazioni sul sito della Regione.

 (SM)

Leggi anche...

Si terrà il 25 settembre un seminario online organizzato dal Patto dei Sindaci e dedicato a specifici fondi del bando Horizon 2020

Adro, Bozzolo e Lecco tra i migliori Comuni che hanno ricevutoi il premio di Legambiente e Anci Lombardia

NORMATIVE

Gli addetti ai lavori saranno 10 mila. Li aspettano le numerose sfide ambientali che coinvolgono il nostro Paese.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155