SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA'
SICUREZZA

Piani di emergenza: aggiornati il 90% dei comuni lombardi

8 Febbraio 2017
 

Il 90% dei comuni lombardi ha aggiornato il proprio piano di emergenza, ovvero l’insieme delle procedure operative di intervento per fronteggiare una qualsiasi calamità attesa in un determinato territorio. A comunicarlo, l'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, che ha definito il traguardo "un risultato eccellente che ci sollecita a lavorare di piu' per arrivare al 100 per cento".

Per i sindaci adempienti, una corsia preferenziale nei bandi
I sindaci sono tenuti a dotare il Comune di un piano e per questo nei bandi regionali le amministrazioni che hanno adempiuto a questo obbligo avranno corsia preferenziale. 
 

Il supporto per l'elaborazione dei documenti
La Regione in questi anni ha informato tutti i sindaci in merito alla normativa e ha messo a disposizione i propri tecnici per la redazione dei piani. I piccoli Comuni, infatti, spesso non sono dotati di personale in grado di compilare il documento. "E' tuttavia necessario un passaggio ulteriore, ovvero informare la cittadinanza sui pericoli del territorio e sui comportamenti da tenere in caso di emergenza. Per questo consiglio di coinvolgere i gruppi di protezione civile nella redazione del piano e di organizzare eventi informativi pubblici. Fondamentale, dunque, lavorare sotto il profilo della prevenzione", ha aggiunto Bordonali.

 

(VV)

Leggi anche...
Best practice

Comune e Guardia di Finanza alleati per maggiori controlli sull’assegnazione di alloggi di Erp

IMMIGRAZIONE

In quelli sotto i 2mila abitanti il limite sarebbe 6, ma sono in media almeno 10.

Bandi

Un bando di Regione Lombardia mette a disposizione degli Enti locali contributi per i beni confiscati

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155