SEZIONE: WELFARE E POLITICHE GIOVANILI - FINANZA E TRIBUTI
FINANZIAMENTI

Anci e Credito Sportivo: un protocollo da 160 milioni di euro

15 Luglio 2016
 

Sono in totale 160 i milioni di euro per mutui che saranno messi a disposizione dei Comuni per la costruzione, ampliamento, ristrutturazione, efficientamento energetico e messa a norma di impianti sportivi, compresa l'acquisizione di aree e immobili funzionali alla realizzazione di strutture di impiantistica sportiva, con la firma del Protocollo d’intesa sottoscritto da Anci e Credito Sportivo. Dal 1 settembre 2016 i Comuni potranno attivare mutui a tasso agevolato per incentivare la promozione dell’attività sportiva nei territori attraverso l’impiantistica di base.

 

Un accordo biennale
Il protocollo, siglato dal presidente Anci Piero Fassino e dal commissario straordinario del Credito Sportivo Paolo D’Alessio alla presenza del presidente Coni Giovanni Malagò, avrà durata biennale e proporrà alle amministrazioni (singole ma anche in Unione) mutui a tasso zero e a tasso agevolato che potranno essere utilizzati anche per l’acquisto di attrezzature e per la realizzazione di piste ciclabili. “Si tratta di un accordo molto importante – ha commentato Piero Fassino – perché ha come prima finalità quella di favorire gli investimenti a partire dalle strutture sportive di base, dove si sviluppa associazionismo e parallelamente l’attività dei Comuni. I progetti – ha aggiunto il presidente Anci – si collocano nella strategia della riqualificazione urbana delle periferie già in atto (quella del bando da 500 milioni per la riqualificazione urbana n.d.r.) e coinvolge anche i privati in azioni di partenariato con il pubblico".

 

La dotazione di risorse nel dettaglio
Sono previsti 24 milioni di mutui per interventi realizzati dai Comuni fino a 5mila abitanti, 18 milioni di interventi nei Comuni medi (da 5 a 100mila abitanti) e dalle Unioni dei Comuni ed altri 18 milioni per i Comuni capoluogo, inoltre sono 60 i milioni di prestiti per progetti già cantierati su cui è possibile richiedere un mutuo fino al 31 dicembre di quest’anno.
Per quanto riguarda gli interessi “la quota sarà dello 0,70% e, cosa ancor più importante – ha sottolineato Fassino – sarà l’intervento del Credito Sportivo per quanto riguarda i mutui dei privati che saranno garantiti fino all’80% del valore. Questo libererà i Comuni dall’onere di concedere fidejussioni, spesso non rilasciabili per il limite all’indebitamente che gli enti hanno. In questo modo l’intervento del Credito Sportivo contribuirà a sbloccare e velocizzare molte opere, spesso bloccate da fidejussioni che i Comuni non possono concedere”.

 

Leggi anche...

Il presidente di Anci Lombardia conferma alla Giornata della Trasparenza la disponibilità dei Comuni a perseguire la strada della semplificazione.

da ANCI LOMBARDIA
Politiche giovanili

Anci Lombardia ricerca 1.349 volontari da impiegare in 96 progetti da svolgere in 399 Enti locali

IDEA PLAST

Giochi e arredi green: diamo una seconda vita alla plastica

Realizziamo il sogno di prevenire la formazione di rifiuti e dare una “seconda” incredibile vita alla plastica trasformandola in giochi e arredi.

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155