SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA'
LEGALITA'

L'azzardo piace sempre di più ai liceali

13 Giugno 2016
 

“Quasi il 60 per cento dei giovani delle superiori ha già provato a giocare e il 15,5 di essi lo fa almeno una volta alla settimana. Il fenomeno, inoltre, coinvolge uno studente su tre già fin dalle medie". Lo rivela uno studio effettuato da Semi di melo, centro per la formazione e la ricerca sull’infanzia e l’adolescenza, di cui fanno parte le Onlus Casa del giovane di Pavia e Fondazione Exodus di Milano. L’indagine conoscitiva,  voluta dallo psicologo Simone Feder, è stata realizzata anche grazie al contributo dell’Università Bicocca e al sostegno dell’assessorato al Territorio di Regione Lombardia e ha preso a campione circa 15mila giovani delle scuole di Bergamo.
Solo il 3% dei ragazzi considera il gioco d’azzardo un divertimento, mentre il 40,8% lo associa alla parola ‘rischio’ e il 38,4% a ‘malattia’, mentre per la maggior parte di essi la motivazione principale che spinge le persone a giocare è quella di arricchirsi. "Una falsa speranza che purtroppo in tanti causa dipendenza, rovina economica e seri problemi anche le famiglie”, ha commentato l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia Viviana Beccalossi.

 

La familiarità nella propensione all'azzardo
Lo studio evidenzia come il 24 per cento degli intervistati dica di avere genitori e parenti che giocano d’azzardo ogni giorno o quasi. "Correlando i diversi dati si nota chiaramente quanto le abitudini famigliari incidano su quelle dei figli. In particolare emerge quanto chi ha parenti stretti che giocano d’azzardo spenda maggiormente e giochi quotidianamente molto di più rispetto a chi ha ‘giocatori in casa’ da cui prendere l’abitudine”, prosegue Beccalossi.
Secondo la ricerca gli studenti delle superiori hanno avuto esperienze con gratta e vinci (48,5 per cento), scommesse (24,4 per cento), slot machine (11 per cento) e gioco online (5,7 per cento ). Mentre i ragazzi delle medie, influenzati dai genitori, iniziano soprattutto con i gratta e vinci e crescendo sono coinvolti sempre di più dai coetanei (71,5 per cento) verso le scommesse.

 

I progetti di Regione Lombardia e Anci Lombardia indirizzati ai giovani
Anci Lombardia e Regione Lombardia sono in prima linea per la lotta all'azzardo, anche nei confronti dei più giovani. Dei 68 progetti finanziati con 3 milioni di euro dalla Regione in tutto il territorio regionale, con il coinvolgimento di oltre 700 Comuni, ben 58 di questi hanno previsto azioni nei confronti dei giovani, che hanno interessato oltre 93mila ragazzi lombardi.

 

(VV)

 

Leggi anche...
Anticorruzione

Da gennaio a maggio di quest’anno sono raddoppiate le segnalazioni di whistleblowing

L'Esperto - Antiriciclaggio

Come vengono utilizzate le false fatturazioni dalla criminalità organizzata

Regione Lombardia ha diffuso il regolamento per il conferimento di decorazioni ed onorificenze ai corpi, ai servizi ed agli operatori della Polizia locale e della Protezione civile della Lombardia. I comuni possono avanzare le loro segnalazioni entro il 31 gennaio 2014.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155