SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE - ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
SISTEMA IDRICO

Water Alliance, al via investimenti per 800 milioni

2 Marzo 2016
 

Water Alliance – Acqua di Lombardia, la prima joint venture contrattuale tra aziende idriche in house della Lombardia si è presentata ufficialmente il 29 febbraio 2016 a Palazzo Lombardia, alla presenza dell’assessore regionale Claudia Maria Terzi e di Roberto Scanagatti, presidente di ANCI Lombardia, per coinvolgere gli stakeholder istituzionali e tutte le associazioni di settore. Il patto tra otto aziende pubbliche che gestiscono l’acqua in regione è dunque realtà, e rappresenta uno dei più grandi aggregati nazionali nel settore idrico.

 

Una rete da quasi mille comuni

Water Alliance è omposta da Gruppo CAP (area metropolitana di Milano), BrianzAcque (Monza e Brianza), Lario Reti Holding (Lecco), Padania Acque (Cremona), Pavia Acque (Provincia di Pavia), SAL (Lodi), SECAM (Sondrio), Uniacque (Bergamo). Insieme servono quasi mille Comuni, dove erogano ogni anno oltre 500 milioni di metri cubi d’acqua, con più di 27mila km di rete di acquedotto e 2.758 pozzi. I depuratori sono 535, ai quali confluiscono più di 20mila km di rete fognaria. I ricavi complessivi superano i 650 milioni.
L’assessore Regionale all’ambiente, Claudia Terzi, ha evidenziato che servono investimenti per almeno 800 milioni di euro nei prossimi cinque anni: "In gran parte per mettere a norma depuratori e fognature, e risolvere così il grave deficit infrastrutturale che vede ancora l’Italia sotto procedura di infrazione comunitaria. Ci sono ancora fognature che scaricano direttamente nei laghi o nei fiumi senza che le acque siano depurate. Bisogna intervenire in fretta.”

 

Un modello lombardo di gestione pubblica dell'acqua

A quasi un anno dal lancio, nasce così una realtà nuova, in cui la Lombardia intende diventare un modello. "La principale forza aggregante è il sistema di valori, caratterizzato dall’assenza di logiche di profitto, dalla vocazione all’eccellenza, dallo stretto legame con le municipalità e i territori, dall’attenzione alla sostenibilità ambientale e dalla focalizzazione sugli investimenti e sulla qualità", ha spiegato Alessandro Russo, portavoce della rete. Patrocinato da Regione Lombardia, Expo 2015, ANCI Lombardia (rappresentata da Roberto Scanagatti, sindaco di Monza e presidente di Anci) e Confservizi Lombardia, quando era stato annunciato per la prima volta al pubblico a Monza contava 7 aziende pubbliche provinciali: oggi e è arrivato recentemente a quota 8 con l’entrata del gestore idrico di Sondrio (SECAM).
 

(Valeria Volponi)

Leggi anche...

Mettere a nuovo i monumenti di una città a costo zero (o quasi)

Secondo la Governance Poll de Il Sole 24 Ore, cresce la propensione dei cittadini a rieleggere il primo cittadino. Crollano i consensi solo nelle città più grandi.

Sindaci

Anci e Anci Lombardia a fianco del Sindaco Massimo Caravaggio

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155