SEZIONE: FINANZA E TRIBUTI
Finanza locale

Manovra 2019: le valutazioni - non positive - di Anci e Ifel

2 Gennaio 2019
 

"La valutazione complessiva dei Comuni sulla legge di bilancio non può essere positiva, nonostante vi siano misure favorevoli e significative su alcuni versanti. Dopo alcuni anni di assenza di tagli alle risorse comunali, rammarica fortemente che si torni al passato con tagli diretti che sembrano riguardare solo i Comuni". Partono da qui le valutazioni di Anci Fondazione Ifel sulla Legge di Stabilità 2019 (qui i testi dal sito della Camera) riportate nella nota di lettura che pubblichiamo in questa pagina.

Gli aspetti positivi
L'analisi Anci - Ifel non tralascia di considerare le positività portate dalla manovra, soprattutto in merito ai "miglioramenti sul versante della capacità di spesa per investimenti (abolizione vincoli finanziari e contributi)", che però "non compensano l’ulteriore stretta di parte corrente che i Comuni dovranno fronteggiare per il 2019, dopo aver contribuito in modo straordinario e sproporzionato al risanamento dei conti pubblici nel recente passato".

Dove nasce lo scontento
Per l'Associazione dei Comuni "la restituzione di agibilità alla leva fiscale territoriale è solo un normale ritorno alla normalità ordinamentale e costituzionale, a quella autonomia di entrata e di spesa assegnata dall’articolo 119 della Costituzione", mentre preoccupa "la grave stretta operata sulla spesa corrente", derivante "da un concorso di misure e previsioni negative".
La nota Anci-Ifel, alla luce della dettagliata analisi della norma, evidenzia come "la legge di bilancio è sostanzialmente iniqua e introduce a sfavore dei Comuni una disparità di trattamento rispetto agli altri livelli di governo: prevede nuovi tagli e non restituisce le risorse sottratte da norme i cui effetti sono conclusi, come invece dovrebbe e come è accaduto per altri comparti oggetto delle stesse norme. Sembra venir meno un principio di eguaglianza istituzionale, con eventuali profili di illegittimità costituzionale".

Le richieste dei Comuni
Di fronte a queste considerazioni "l'Anci chiede un provvedimento urgente finalizzato a evitare contenziosi e ad assicurare maggiori spazi di manovra limitando al minimo le insostenibili riduzioni di risorse di parte corrente, fondamentali per assicurare il ruolo dei Comuni nella ripresa economica e nella gestione dei servizi locali". (LS)

Leggi anche...
Iniziative

Online il numero di giugno e luglio con le testimonianze dai territori

E' disponibile il vademecum "Partecipazione dei Comuni al contrasto dell'evasione fiscale e all'accertamento" elaborato dall'Agenzia delle Entrate in collaborazione con Anci Lombardia

L’università Cattolica di Milano, in collaborazione con Ancitel Lombardia, organizza il corso di alta formazione “Management della semplifi cazione amministrativa negli enti locali”

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2024 - P.Iva 12790690155