SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE - ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
UNIONE DI COMUNI

Pegognaga e Motteggiana: la fusione si avvicina

2 Maggio 2018
 

Procede, non senza polemiche, il percorso di unione tra due comuni del mantovano, Pegognaga e Motteggiana. La vicenda, raccontata in dettaglio dalla Gazzetta di Mantova, ha segnato un ultimo passo lo scorso 29 aprile, con l'approvazione e il sì della maggioranza del consiglio di Pegognaga all’avvio della procedura per la fusione. Questa fase, fissata sino al 5 luglio, sarà dedicata alla consultazione dei comitati, alle associazioni e alle categorie. Verrà anche nominata una commissione che prenderà in esame le varie osservazioni. "Rispetto all’unione in atto - ha precisato il sindaco Dimitri Melli - la fusione è un passo in avanti che guarda al futuro nell’ottica di mantenere i servizi finora erogati ed accedere ai vantaggi economici e al contributo di 994mila euro all’anno per 10 anni. La scelta definitiva spetterà ai cittadini con il referendum, mi auguro una fase di consultazione molto partecipata, franca e leale per far crescere la comunità. Non ci sarà la mia disponibilità all’eventuale candidatura a sindaco".

 

I passi fatti sinora 
Se Motteggiana e Pegognaga convoleranno alla totale unione di funzioni e personale, di fatto rafforzeranno un’alleanza amministrativa partita sei anni fa e tutto il personale confluirà nella nuova struttura “Terre di Zara e Po”, quasi 10mila abitanti, una cinquantina di dipendenti, che sarà anche il contenitore e lo strumento per la digitalizzazione del territorio. "Ormai abbiamo mollato gli ormeggi, non si torna indietro", aveva dichiarato il sindaco Melli. "Crediamo fermamente che l’Unione porti vantaggi concreti per i cittadini, come assunzioni e aumento dell’organico; ci saranno più possibilità di assegnazione bandi a e fondi regionali, ci sarà più controllo del territorio e più offerta di servizi sociali. E questo mantenendo gli uffici per il pubblico come sono ora". E a chi ritiene che si perderà la centralità dei propri municipi, risponde il primo cittadino di Motteggiana Fabrizio Nosari: "Questa è una posizione che guarda al passato. Ma ai nostri giovani cosa proponiamo? Oggi dove tutti sono connessi e non ha più senso parlare di contrapposizione fra campagna e città, invece di mettere un municipio ogni frazione la gente ci chiede di poter avere reti veloci, servizi efficienti. Fare da casa al computer in un minuto una pratica che prima richiedeva un giorno. Il futuro è questo". (VV)

Leggi anche...
Iniziative

Appuntamenti formativi per giovani che vogliono interessarsi alla cosa pubblica

SOLUZIONI

A Cassano Magnago il primo cittadino sbeffeggia il colpevole su Facebook e gli rende la pariglia.

da ANCI LOMBARDIA
Eventi

Documento firmato da ANCI Lombardia, UPL, Città Metropolitana e Regione Lombardia

Cassa Depositi e Prestiti SpA - Group Real Estate

Far crescere il Paese e' il nostro impegno

Il Gruppo Real Estate (GRE) di CDP si propone quale global coordinator degli Enti Locali al fine di ricercare soluzioni di sistema, innovative e necessarie alla trasformazione del patrimonio da elemento di costo ad attivo, passando anche attraverso processi di razionalizzazione ed ottimizzazione degli assets.

ARCA

Global Service, gestione del patrimonio pubblico e privato

Una formula contrattuale relativa a servizi multidisciplinari per gestire ed erogare le attività di gestione con piena responsabilità sul raggiungimento dei risultati richiesti (UNI 10685).

TMC PUBBLICITA'

Restauro beni culturali: sponsorizzazione a costo zero per i Comuni

Stimolare i Comuni ad incrementare i rapporti con le concessionarie di pubblicità per procedere al restauro dei beni culturali di proprietà pubblica mediante contratti di sponsorizzazione a costo zero per i Comuni stessi.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2019 - P.Iva 12790690155