RisorseComuni 2011: a Varese molto interesse sulle politiche sociali

1 Luglio 2011
 
Ha riscosso un grande successo l’appuntamento “Politiche sociali e Comuni: far fronte alla crisi” organizzato da RisorseComuni a Varese lo scorso 29 giugno. Nella suggestiva cornice del salone Estense si sono dati appuntamento amministratori, tecnici e dirigenti degli enti locali, rappresentanti del terzo settore, delle aziende e referenti sindacali per riflettere sulle conseguenze dei tagli operati negli ultimi anni dall’amministrazione centrale sui fondi destinati agli interventi sociali. I lavori sono stati aperti dal Presidente di Anci Lombardia, Attilio Fontana, che ha affermato come “di fronte a questi tagli occorrerà ripensare il welfare”. Il Sindaco di Varese ha inoltre ricordato che sarà indispensabile attivare almeno una programmazione triennale e, allo stesso tempo, ottimizzare al massimo il funzionamento delle strutture. Hanno portato i loro saluti Giacomo Bazzoni, Presidente del Dipartimento Welfare di Anci Lombardia che ha ribadito l’importanza della programmazione nei servizi sociali, Giacomo Bottini, vicepresidente della provincia di Varese, Don Walter Magnoni, responsabile della pastorale sociale della diocesi di Milano, che ha esortato a far sì di fronte al bisogno aumentino le risposte in grado di rendere attive le persone oggi ai margini e Paolo Chiumenti, direttore generale di banca prossima che ha illustrato come possano attivarsi nel territorio forme innovative di promozione degli interventi sociali. Ha suscitato molta curiosità la tavola rotonda “L’innovazione nella gestione”, poiché, come ha precisato il moderatore dell’incontro Giulio Gallera, ha permesso ai presenti di conoscere direttamente l’innovazione negli enti locali. Alla tavola ha partecipato Mariella Luciani, responsabile dell’ufficio di piano di Tradate che ha illustrato la recente introduzione del regolamento unico dei servizi sociali tra i Comuni del distretto. Il secondo intervento è stato quello di Guido Calori, presidente dell’Istituzione servizi alla persona della Comunità Montana Valli del Verbano che rappresenta 26 Comuni: una realtà nata nel 2005 dopo 10 anni di gestione associata dei servizi da parte dei Comuni. Un altro esempio di gestione associata dei servizi sociali è stato portato da Elena Meroni, direttore dell’Azienda Comuni insieme e coordinatore del network delle aziende speciali sociali della lombardia. Infine, Dario Colombo, direttore del Consorzio Desio Brianza e docente di organizzazione dei servizi sociali all’Università Milano Bicocca ha ribadito l’importanza delle gestioni associate entrando nel merito delle questioni organizzative. Al termine di queste testimonianze è intervenuto l’Assessore regionale alla famiglia Giulio Boscagli che ha evidenziato come non sia possibile fingere di non vedere il problema della difficoltà degli enti locali a garantire l’assistenza ai cittadini e che, alla luce delle esperienze presentate, è sempre più un imperativo realizzare politiche gestionali associate. La seconda tavola rotonda ha considerato i modelli di servizi innovativi ed è stata moderata dal Segretario di Anci Lombardia Pier Attilio Superti che ha aperto i lavori osservando come, di fronte alle difficoltà, dovrà essere messo in campo un livello di governance più alto per ottimizzare risorse e servizi. Molte sono state le proposte presentate, sia di aziende pubbliche che private. I lavori sono stati chiusi da Giorgio Oldrini, Sindaco di Sesto San Giovanni e Vicepresidente di Anci Lombardia che ha rimarcato come siamo di fronte a una crisi non transitoria ma a un cambiamento profondo delle città e dei sistemi per governarle. Per questo è necessario ricorrere a una nuova forma di dialogo e confronto tra le diverse anime sociali.
Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2021 - P.Iva 12790690155