2/12/2016

MILANO - I Comuni per i diritti dei bambini

 

In tutto il mondo il 20 novembre si celebra la Giornata per i diritti delle bambine e dei bambini, per ricordare la data in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la “Dichiarazione dei diritti del fanciullo”, cioè il 20 novembre 1959.

Il documento ha avuto una lunga evoluzione: nel 1924, per la prima volta, si parlò di “diritti del fanciullo” nella Convenzione di Ginevra. Il 20 novembre 1959, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo. Il 1979 venne proclamato “Anno del bambino”. Per le celebrazioni del trentennale, il 20 novembre 1989 l’Assemblea Generale dell’ONU approvò la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia. Tale Convenzione fu ratificata dall’Italia con la legge n. 176 del 27 maggio 1991. 



Il progetto di ANCI Lombardia in fase di conclusione
La ricorrenza del XXV anniversario della ratifica è stata ricordata da ANCI Lombardia con la realizzazione del progetto “I Comuni per i diritti dei bambini”, avviato un anno fa e ora in fase di conclusione. Nel corso del 2016 sono state organizzate diverse iniziative nei territori, incontrando Amministratori locali, Dirigenti scolastici e Insegnanti, Associazioni di genitori e Agenzie educative o formative che si sono occupate di diritti dei bambini, Comitati di quartiere e Rappresentanti di organismi, quali i Consigli comunali dei bambini, che hanno avviato percorsi di programmazione partecipata dei servizi e delle politiche per i minori, coinvolgendo i bambini e le loro famiglie, le associazioni culturali, le biblioteche e i Centri di aggregazione giovanile, attivando laboratori di coesione sociale e promuovendo esperienze di cittadinanza attiva anche per i minori. 

ANCI Lombardia ha verificato la grande sensibilità e attenzione dei territori per le “città a misura di bambino” e ha dato voce a chi ha scommesso su un nuovo modo di intendere la pianificazione urbanistica, le misure per il traffico, la gestione del verde o le soluzioni di arredo urbano, considerando il bambino come principale destinatario della programmazione amministrativa e principale fruitore degli spazi della città.

ANCI Lombardia ha chiesto agli Amministratori lombardi di mettere a disposizione progetti, documenti, video, proposte, materiale vario e ha raccolto il tutto in un e-book, che costituisce un interessante patrimonio di cui potranno usufruire i Comuni intenzionati a proseguire nella costruzione delle “città a misure di bambino”, sviluppando le due principali proposte del progetto ideato e realizzato dal prof. Francesco Tonucci, che opera presso l’Istituto Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche:

•    il recupero da parte dei bambini dell’autonomia di movimento che hanno perduto;
•    la partecipazione dei bambini al governo delle città. 

L’e-book verrà presentato Venerdì 2 dicembre 2016 alle ore 10.00 presso la sede di ANCI Lombardia a Milano, via Rovello 2 MM Linea 1 – Fermata Cordusio 
 
    
Intervengono 

- prof. Francesco Tonucci
Consiglio Nazionale delle Ricerche
 

PRESIEDE
- Pier Franco Maffè
Presidente dipartimento istruzione di Anci Lombardia

 

Iscrizioni on line al link: http://www.risorsecomuni.it/2016/iscrizione_home.asp?id=3612
      

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2022 - P.Iva 12790690155