SEZIONE: TECNOLOGIA E INNOVAZIONE
e-government

Luci e ombre sulla digitalizzazione della PA

18 Marzo 2016
 

Secondo una ricerca dell’Osservatorio eGovernment del Politecnico di Milano sulla digitalizzazione della Pubblica amministrazione, nel 2015 circa metà degli enti della PA ha sviluppato progetti di eGovernment e rispetto al 2014 è migliorata la capacità delle iniziative di innovazione di raggiungere i risultati desiderati (+65%) e di mantenerli nel tempo (+20%). Nel corso del 2015, inoltre, è raddoppiato il numero dei Comuni che ha adottato una soluzione a riuso (dal 16,6% al 33,7%), mentre crescono del 35% gli enti con un referente politico per i progetti di innovazione e dell’85% quelli con un’area organizzativa dedicata. 
La ricerca pone, tuttavia, in evidenza anche gli ostacoli che possono frenare la crescita. Due i principali: le resistenze al cambiamento del personale e la scarsa formalizzazione dei processi di back office, requisito fondamentale alla digitalizzazione. Per esempio, nel caso del sistema PagoPA, a gennaio 2016 avevano aderito già più di 13.000 enti, ma l'assenza di software gestionali rischia di costituire un freno alla diffusione. Altro elemento frenante è la mancanza, secondo il rapporto, di un processo strategico e continuativo: nel 54% dei casi la programmazione dei fabbisogni d’acquisto è su base annuale e solo in un ente su cinque l’attività è supportata da un gestionale informativo. Accade così, per esempio, che, sebbene siano l’81% gli Sportelli Unici delle Attività Produttive che hanno almeno un canale telematico per l’avvio dei procedimenti, il 15% delle pratiche è ancora in formato cartaceo o privo di certificazione. 
D'altra parte, anche gli utenti non sembrano essere pronti al cambiamento. Oltre l’80% dei cittadini predilige ancora i canali tradizionali per pagare alla PA multe e sanzioni, trasporti pubblici e ticket, iscrizioni scolastiche, mensa e tasse, anche se per il futuro oltre metà è disposto a pagare con alternative al contante. Il sentiment nei confronti degli Open Data è prevalentemente positivo (70%) e nettamente superiore a quello nei confronti della PA in generale (48%).

(SM)

Leggi anche...
Mobilità sostenibile

Agevolare la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica è fra le priorità della Carta di Arese

TENDENZE

Dall'inizio del 2016 gli under 35 che hanno scelto di diventare agricoltori sono aumentati del 12 per cento.

L'Esperto

La circolare ministeriale n. 4/2017 riassume le disposizioni e le procedure per il rilascio della nuova CIE

ROBERT BOSCH SPA

Utensili da giardinaggio professionali a batteria: le stesse prestazioni degli utensili a scoppio, con rumorosita' dimezzata.

La prima serie di utensili a batteria concepiti per le esigenze dei professionisti: Rasaerba, Decespugliatore, Soffiatore da Giardino, Tagliasiepi. Prestazioni e durata: Una batteria ad alta capacità per prestazioni di livello superiore. Carica rapida: Consente un utilizzo prolungato. Resistente alle intemperie: Per l'impiego in tutte le condizioni meteo.

Bosch Security Systems S.p.A.

Informare, Sorprendere ed Ispirare. Le nuove soluzioni congressuali Bosch.

Sistemi congressuali completi di apparati microfonici, cablati, wireless o multimediali. Sistemi di votazione parlamentare e gestione dell’agenda del meeting. Integrazione con Magnetofono 2.0, software di verbalizzazione. Integrazione di telecamere HD per collegamento a sistemi di streaming. Traduzione simultanea fino ad oltre 32 lingue. Piattaforma OMNEO di condivisione dei canali audio (512 canali)

STRATEC RT

Innovazione e sicurezza sulle strade del futuro

STRATEC RT rappresenta la rivoluzione nella tecnologia per la sicurezza delle barriere stradali, con sistemi brevettati ad alta protezione.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2020 - P.Iva 12790690155