SEZIONE: TERRITORIO E SVILUPPO LOCALE - SICUREZZA E LEGALITA'
Codice della strada

Le norme per viaggiare con il monopattino in città

29 Febbraio 2020
 

I monopattini elettrici sono ormai entrati a far parte dei mezzi di trasporto in numerose città. La legge di conversione del decreto legge “milleproroghe” (non ancora in GU) ha stabilito le regole per questi mezzi.
 

In molte città è attivo il servizio di noleggio di monopattini elettrici, anche in modalità free-floating (gli utenti prendono il monopattino e lo lasciano dove vogliono). L’attivazione di questo servizio dovrà essere decisa con delibera della Giunta Comunale nella quale dovranno essere previsti, oltre al numero di licenze attivabili e al numero massimo di dispositivi messi in circolazione, anche l’obbligo di copertura assicurative per l’effettuazione del servizio stesso, le modalità di sosta per i dispositivi, le eventuali limitazioni alla circolazione in determinate aree della città. Insomma regole chiare per tutti e in modo che siano conosciute anche dagli utilizzatori.
 

Per quanto riguarda i mezzi privati la legge di conversione ha mantenuto le regole e ne ha aggiunto altre. Vediamole.
 

È confermata l’equiparazione dei monopattini elettrici alle biciclette, purché abbiano potenza massima di 0,50 Kw. Superato questo limite si incorre in sanzioni che vanno da 200 a 800 euro, cui consegue la confisca del mezzo e la sua distruzione.
 

Possono guidare il monopattino solo coloro che hanno più di 14 anni, ma i minorenni sono obbligati a utilizzare il casco, pena una sanzione da 50 a 200 euro. Il mezzo può viaggiare sulle strade urbane dove c’è il limite di 50 km/h e dove non è vietata la circolazione dei velocipedi e sulle strade extraurbane, ma solo sulle piste ciclabili.
 

La velocità massima consentita è di 25 km/h in carreggiata e 6 km/h nelle aree pedonali. I monopattini devono essere dotati di luci anteriore e posteriore e se non presenti la sanzione va da 100 a 400 euro. Inoltre, i conducenti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui la condizione della circolazione lo richieda e, comunque, mai essere affiancati in numero superiore a due; devono tenere entrambe le mani sul manubrio salvo quando segnalino la svolta: non possono trasportare altre persone, animali od oggetti, ne trainare veicoli o farsi trainare; devono indossare mezz’ora dopo il tramonto e in caso di scarsa visibilità il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. Le violazioni di queste regole comportano una sanzione amministrativa che va da euro 50 a euro 200.

(SM)

Leggi anche...
L'Esperto

Come affrontare la sicurezza nello smart working delle P.A.

EMERGENZA

Il Ministero della Salute li pubblica quotidianamente nella sezione dedicata del sito.

RisorseComuni

Opportunita' di incontro e formazione gratuita.
Tutto l'anno!

L'esigenza di formazione e di incontro fra gli operatori della Pubblica Ammnistrazione locale trova ancora in RisorseComuni una risposta ricca e aperta alle esigenze locali le cui problematiche saranno affrontate con continuità, in modo mirato e con una grande attenzione all'attualità. Promosso da ANCI Lombardia, Organizzato da Ancitel Lombardia.

TMC PUBBLICITA'

Restauro beni culturali: sponsorizzazione a costo zero per i Comuni

Stimolare i Comuni ad incrementare i rapporti con le concessionarie di pubblicità per procedere al restauro dei beni culturali di proprietà pubblica mediante contratti di sponsorizzazione a costo zero per i Comuni stessi.

Studio Cavaggioni

Studio Cavaggioni, supporto nella gestione dei servizi

Lo Studio fornisce agli Enti il supporto nella gestione operativa dei servizi, offrendo consulenza e individuando nuove opportunità di sviluppo

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2020 - P.Iva 12790690155