SEZIONE: SICUREZZA E LEGALITA' - ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
Sicurezza

Un protocollo per non dimenticare i bimbi in auto

21 Giugno 2017
 

Estate, caldo, bambini dimenticati in auto. Questi gli elementi di un triste fenomeno non così infrequente. Come contrastarlo? Il Comune di Gorgonzola ha lanciato un’iniziativa in collaborazione con i nidi della città. Un protocollo di sicurezza che tutte le strutture, comunali e private presenti a Gorgonzola hanno deciso di adottare di fronte all'ennesimo tragico episodio di un bambino dimenticato a bordo di un automobile.
Le regole fissate dal protocollo sono semplici:

- i genitori sono tenuti a comunicare l'assenza del proprio bambino all'asilo nido frequentato entro le 9.30 del giorno stesso;

- nel caso l'assenza non venga segnalata, la responsabile della struttura o un'educatrice, è tenuta a chiamare telefonicamente uno dei genitori entro le 10.00.

“È una responsabilità che ci prendiamo” ha detto a Repubblica il Sindaco Angelo Stucchi, “si tratta di semplici procedure che possono evitare tragedie. Abbiamo deciso di farlo perché pensiamo che la politica e le istituzione debbano assumersi delle responsabilità per il bene della collettività".

Già nel 2014 l’amministrazione comunale aveva adottato un volantino informativo ad uso dei genitori. Fra le indicazioni ci sembrano interessanti i consigli di prevenzione che valgono ancora oggi:

1. Se vedi un bambino solo in macchina chiama immediatamente il 112 (numero unico europeo per le emergenze) o il 113.

2. Se trasporti sul sedile posteriore un bambino:


• lascia i tuoi oggetti personali (borsa, telefono, valigetta, ecc.) sul sedile posteriore, vicino al piccolo;


• poggia gli oggetti personali del bambino (pannolini, borse e biberon) sul sedile anteriore in modo che ti ricordino la presenza del bambino.

3. Quando accompagni il bambino al nido o all’asilo aggiungi sul programma dell’agenda del tuo computer o del tuo telefonino un apposito “promemoria” (oppure scrivilo sulla tua agenda di carta), che può segnalarti se hai portato o meno il bambino a destinazione, come programmato.

4. Ogni volta che si verifica un cambiamento di programma nella consegna o nel ritiro del bambino, comunicalo al partner o a un’altra persona di fiducia (per esempio i nonni).

5. Chiedi alla persona che si prende normalmente cura del bambino (per esempio la responsabile dell’asilo o del nido o la baby-sitter) di avvertirti se il bambino non è stato accompagnato all’asilo o al nido, come di solito accade.

6. Quando in macchina non c’è nessuno, abbi cura di chiudere le portiere e il bagagliaio posteriore e tenere le chiavi lontano dalla portata dei bambini.

L'iniziativa del protocollo è stata ripresa anche da Assonidi, l'associazione che aderisce a Confcommercio e che raggruppa gli istituti privati del settore, che ha deciso di invitare tutti gli aderenti a utilizzare un protocollo simile. 

(SM)

Leggi anche...
Legalità

Uno strumento di autovalutazione messo a punto da due esperti di legalità nella P.A.

ELEZIONI

In Lombardia sono 9 i comuni interessati dal secondo turno elettorale.

IMMIGRAZIONE

Il progetto di accoglienza diffusa promosso dal Comune a partire dal 1 luglio si aprirà anche ai minori.

Studio Cavaggioni

Studio Cavaggioni, supporto nella gestione dei servizi

Lo Studio fornisce agli Enti il supporto nella gestione operativa dei servizi, offrendo consulenza e individuando nuove opportunità di sviluppo

RisorseComuni

Opportunita' di incontro e formazione gratuita.
Tutto l'anno!

L'esigenza di formazione e di incontro fra gli operatori della Pubblica Ammnistrazione locale trova ancora in RisorseComuni una risposta ricca e aperta alle esigenze locali le cui problematiche saranno affrontate con continuità, in modo mirato e con una grande attenzione all'attualità. Promosso da ANCI Lombardia, Organizzato da Ancitel Lombardia.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2018 - P.Iva 12790690155