SEZIONE: TECNOLOGIA E INNOVAZIONE
PA

Torino, al via il Wikipedia degli enti pubblici

17 Novembre 2017
 

Per due giorni a Torino oltre 1000 sviluppatori hanno lavorato, di persona o da remoto, per creare una sorta di Wikipedia della pubblica amministrazione. Una piattaforma digitale libera, aperta, che tutti possano contribuire a sviluppare e migliorare per rispondere al bisogno di digitalizzare la macchina burocratica dello Stato per renderla più snella. Il capoluogo piemontese fa quindi da test per la sperimentazione di processi e modelli che un domani, si spera, saranno la regola anche nel resto del Paese.

 

Passaggio essenziale di questo progetto è Hack.Developers, una maratona che ha coinvolto 1.300 tra sviluppatori software, ingegneri, informatici, esperti di sicurezza informatica e studenti universitari di 24 città italiane più una delegazione di italiani che vivono a San Francisco. Ne è uscita una piattaforma cui ora ogni sviluppatore potrà dare il suo contributo, in un processo aperto e partecipato. "Siamo partiti dai servizi maggiormente utilizzati dai cittadini - cambi di residenza, stato civile, carta di identità", racconta Paola Pisano, assessore all’Innovazione. "L’obiettivo è creare un software libero attraverso piattaforme aperte". Si punta a superare il cosiddetto «lock in» che imbriglia le pubbliche amministrazioni, impigliate in scelte tecnologiche effettuate in passato, spesso obsolete ma da cui non riescono a uscire per gli alti costi o per i rischi di migrazione. "È un cambio di paradigma per la pubblica amministrazione: si crea una comunità in cui tutti possono partecipare alla creazione della struttura digitale del Paese", ha spiegato Pisano.

Leggi anche...
PA 2.0

Velocizzerà le procedure di richiesta di certificati e faciliterà il dialogo tra enti diversi.

GDPR

Anci Lombardia presenta un progetto per aiutare i Comuni

TOOLS

L'app per cellulare comprenderà servizi per gli utenti per facilitare l'espletamento di pratiche.

Telepass

Guidare le persone nel mondo che cambia

Telepass S.p.A., società del gruppo Atlantia, è specializzata nell’emissione, commercializzazione e gestione dei sistemi di pagamento elettronico Telepass e Viacard. 

Negli ultimi anni la società ha ampliato il suo raggio di azione: al pagamento del pedaggio si aggiungono nuovi servizi, sia in ambito urbano che extraurbano, e nuovi mercati che fanno di Telepass il brand leader della mobilità. Con Telepass infatti è possibile pagare, oltre al pedaggio: la sosta nei parcheggi in struttura e sulle strisce blu, l’accesso all’Area C di Milano e il traghettamento sullo Stretto di Messina

In Europa, Telepass, offre per i mezzi pesanti il pagamento del pedaggio su 6 Paesi oltre l’Italia (Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Polonia e Austria) collocandosi come leader nel settore del tolling del mondo dell’autotrasporto.

I numeri di Telepass sono quelli di una grande e solida realtà capace di garantire fiducia ai suoi partner commerciali e ai suoi clienti.

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

Kibernetes

ProgettoEnte - Area Contabile, la piattaforma per la contabilita' del Comune

Kibernetes ha sviluppato la piattaforma ProgettoEnte - Area Contabile: la soluzione integrata che comprende il Nuovo Ordinamento Contabile, l'Inventario e il Patrimonio, la Contabilità Economico-Patrimoniale e il Documento Unico di Programmazione. ProgettoEnte - Area Contabile è sviluppato nativamente sulla base del D.L. 118 ed integra tutte le novità normative, come la fatturazione elettronica e la Piattaforma di Certificazione dei Crediti.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2018 - P.Iva 12790690155