SEZIONE: WELFARE E POLITICHE GIOVANILI - ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
Demografia

Sindaci e Comuni di fronte al calo demografico

25 Agosto 2017
 

Il Meeting 2017 di Comunione e Liberazione ha ospitato una tavola rotonda cui hanno partecipato Sindaci di Comuni capoluogo. Fra i temi toccati il calo demografico. Sul tema i dati Istat mostrano nel 2016 un drastico calo del saldo naturale con un -141.823. Il calo della natalità è legato a doppio filo alla diminuzione delle famiglie: si formano sempre più tardi e sono nuclei sempre più piccoli, con un numero medio di componenti di 2,32 persone.

“Quel che spaventa le giovani coppie della vita famigliare è soprattutto la mancanza di prospettive lavorative”, ha detto Matteo Ricci, Sindaco di Pesaro e vice-presidente Anci. La mancanza di risorse da parte dei Comuni è un elemento che incide: “Nel 2000 i sindaci avevano molti più soldi da spendere” ha aggiunto Ricci. “Tutti i giorni entro in comune cercando di capire cosa si può fare dal basso per creare nuovi posti di lavoro”.

“Questi dati ci raccontano un’Italia fragile e in deficit di speranza” ha commentato il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori. “Nel 2016 a Bergamo il saldo naturale è stato di 477 persone in meno, ma il saldo demografico è positivo, siamo riusciti a invertire la tendenza, per la prima volta la città comincia a crescere in 4 anni”.

“Come possiamo essere tranquilli e sereni se non abbiamo una strategia chiara sulla natalità e su come giovani coppie possano trovare strumenti ideali per poter costruire le famiglie?” si è chiesto Dario Nardella, Sindaco di Firenze, che ha aggiunto: “L’anno scorso a Firenze il numero di separazioni e divorzi per la prima volta nella storia ha superato il numero di matrimoni. Dobbiamo interrogarci sulla nostra società, sempre più materialista e individualista”.

Per il Sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, l’ostacolo maggiore all’inversione di tendenza è la farraginosa e ipertrofica burocrazia italiana caratterizzata da una sovrapposizione di piani, norme, legislazioni e dalla lentezza della macchina amministrativa.

(SM)

Leggi anche...
Riforme

Obiettivo: chiudere prima delle elezioni dell'anno prossimo

BILANCI

PagoPa e Anagrafe Unica, in particolare, sono motivo di orgoglio per il lavoro fatto.

RICERCHE

Una ricerca SWG rivela che per 8 italiani su 10 i primi cittadini non hanno sufficiente libertà di movimento.

RisorseComuni

Opportunita' di incontro e formazione gratuita.
Tutto l'anno!

L'esigenza di formazione e di incontro fra gli operatori della Pubblica Ammnistrazione locale trova ancora in RisorseComuni una risposta ricca e aperta alle esigenze locali le cui problematiche saranno affrontate con continuità, in modo mirato e con una grande attenzione all'attualità. Promosso da ANCI Lombardia, Organizzato da Ancitel Lombardia.

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

Gi Group

Lavoro flessibile per le pubbliche amministrazioni

Gi Group è la prima multinazionale italiana del lavoro, nonché una delle principali realtà, a livello mondiale, nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2017 - P.Iva 12790690155