SEZIONE: WELFARE E POLITICHE GIOVANILI
Welfare

Fondo politiche sociali: no alla riduzione dai Sindaci del Bergamasco

16 Marzo 2017
 

La riduzione del 70% delle risorse del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali deciso dalla Conferenza Stato-Regioni trova la ferma contrarietà del Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci e dei Presidenti delle Assemblee dei Sindaci dei Distretti e degli Ambiti distrettuali della Provincia di Bergamo. Il timore riguarda l'innesco, da parte della misura, di fortissime ricadute su alcuni servizi essenziali per i cittadini più fragili, mettendo a rischio tutta la rete dei servizi sociali.
Il fondo nazionale passerà dai 311 milioni stanziati nel 2016 ai 99 milioni previsti per il 2017, questo per i 14 Piani di Zona degli Ambiti Territoriali dell’ATS di Bergamo significherà fare affidamento solo su 1 milione e 400 mila euro circa invece che sugli attuali 4 milioni e mezzo all’anno per gli interventi destinati alla gestione associata di servizi complessi quali la tutela dei minori, i progetti di inclusione sociale e il sostegno professionale ad anziani e disabili

Maria Carolina Marchesi, Presidente della Conferenza dei Sindaci di Bergamo, in un comunicato evidenzia come "tutto ciò per cui si è lavorato sodo, in collaborazione con tutte le organizzazioni e le associazioni operanti nel settore dei servizi alla persona, per costruire un solido sistema di welfare comunitario e territoriale, da domani verrà messo a repentaglio". Da qui la decisione di chiedere al Governo il reintegro immediato delle risorse destinate al finanziamento del Fondo Nazionale Politiche Sociali per l’anno 2017.
Per ribadire con forza questa richiesta, la Conferenza dei Sindaci ha promosso un presidio presso la Prefettura di Bergamo per sabato 25 marzo 2017 alle ore 11, dove interverranno i Sindaci, gli Amministratori Locali e tutte le realtà che agiscono quotidianamente, accanto ai servizi sociali comunali. (LS)

Leggi anche...
INIZIATIVE

Disponibile il nuovo numero della rivista e del Focu on

Welfare

Aumentati i minori non accompagnati ospitati nelle strutture

La mostra aperta dal 29 giugno al 30 luglio

TIM

KIT Scuola Digitale. Le soluzioni di TIM Impresa Semplice per connettere la scuola al futuro.

TIM e' il riferimento affidabile per accompagnare la scuola nel futuro della "didattica digitale", attraverso soluzioni tecnologiche, innovative, facili e sicure.

Gi Group

Lavoro flessibile per le pubbliche amministrazioni

Gi Group è la prima multinazionale italiana del lavoro, nonché una delle principali realtà, a livello mondiale, nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro.

Progetti & Soluzioni

Informatizzare la scuola e i Servizi a Domanda Individuale

L'esigenza da parte dei Comuni è quella di una proposta informatizzata per la scuola e i Servizi a Domanda Individuale che sia rigorosa e in sintonia con la normativa UE per l'Agenda Digitale.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2017 - P.Iva 12790690155