SEZIONE: ISTITUZIONI, ASSOCIAZIONISMO E RIFORME
Lombardia

Referendum Regionale: 6 milioni di elettori chiamati al voto elettronico

20 Ottobre 2017
 

Domenica 22 ottobre si vota per il Referendum regionale per l'autonomia lombarda.
L'appuntamento, che coinvolge oltre 6 milioni di elettori e per la prima volta in Italia si svolgerà attraverso il voto elettronico, è stato organizzato in questi mesi dalla Regione Lombardia e dai Comuni attraverso la collaborazione di Anci Lombardia.
Gli Uffici elettorali, i Presidenti e gli scrutatori di seggio e i cittadini sono quindi chiamati ad affrontare con modalità nuove e inedite la chiamata elettorale. 

Le operazioni nei Comuni
Come detto, al fine di preparare i territori alla novità del voto elettronico, Regione Lombardia ha attivato una collaborazione con Anci Lombardia per raggiungere capillarmente tutti i Comuni lombardi. 
A partire da agosto, sul sito dell'Associazione, sono state messe a disposizione informazioni, norme, faq e documenti. Presso la Casa dei Comuni, inoltre, si sono tenute le riunioni della cabina di regia comunale che ha seguito l'andamento delle attività a livello regionale.
In questi giorni le voting machines sono state consegnate agli uffici elettorali, unitamente ai materiali di cancelleria per l'attestazione del voto, che saranno distribuiti nelle oltre 8mila sezioni elettorali.
Per la verifica del funzionamento delle strumentazioni, in 453 sezioni, che contano circa 404 mila elettori, il voto sarà anche cartaceo, poichè si avrà la contestuale stampa delle preferenze espresse dall'elettore, da scrutinare al termine alla chiusura dei seggi.
In merito alle spese sostenute dai Comuni, Regione Lombardia si è impegnata a rimborsarle. Per approfondire le modalità sono disponibili le FAQ sul sito Anci, oltre all'informativa 13 e 16 spedita ai Comuni.

Le attività ai seggi
Domenica quindi si testerà l'utilizzo e il funzionamento delle voting machines che introdurranno nel nostro Paese la consultazione elettronica, già in uso in altre nazioni.
Per garantire un positivo risultato delle operazioni, un ruolo determinante sarà giocato dai Presidenti di seggio. Per prepararli Regione Lombardia ha predisposto una piattaforma web per la formazione, organizzato alcuni incontri nei territori e ha diffuso il “Manuale per il Presidente di Seggio” unitamente alle “Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione” (materiali scaricabili nella pagina).
Momento clou della giornata sarà la chiusura dei seggi elettorali alle ore 23.00, quando i Presidenti di sezione concluderanno le operazioni di voto del proprio seggio. A quel punto i Presidenti consegneranno ai responsabili comunali le chiavette usb delle voting machine dove sono stati registrati i voti per l'invio al Centro Regionale di raccolta dati secondo protocolli certificati e sicuri.

I cittadini e il voto elettronico
L'attività informativa non poteva trascurare i cittadini, per i quali sono a disposizione informazioni, supporti (come l'opuscolo realizzato da Regione e qui allegato) e simulazioni online per prepararsi a voto elettronico, disponibili sul portale di Regione Lombardia.
In particolare si segnala che il voto avrà inizio alle ore 7 di domenica 22 ottobre 2017 e terminerà alle ore 23 dello stesso giorno. Possono partecipare al referendum tutti i cittadini italiani residenti in Lombardia iscritti nelle liste elettorali. Per votare occorre recarsi presso il seggio indicato sulla propria tessera elettorale, con un documento d’identità valido. Gli elettori sprovvisti della tessera elettorale possono rivolgersi agli uffici del Comune di residenza per conoscere l’ubicazione del proprio seggio.

Il quesito
Infine ecco il quesito su cui i cittadini saranno chiamati a pronunciarsi indicando come risposta SI’ o NO oppure SCHEDA BIANCA.
Volete voi che la Regione Lombardia, in considerazione della sua specialità, nel quadro dell’unità nazionale, intraprenda le iniziative istituzionali necessarie per richiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, terzo comma, della Costituzione e con riferimento a ogni materia legislativa per cui tale procedimento sia ammesso in base all’articolo richiamato?” (LS)

Leggi anche...
Enti locali

Il bilancio dell'anno in un incontro con i 55 docenti coinvolti

Finanza locale

Confronto con Deputati Pd, Lega Nord e 5 Stelle. Documento online

FUSIONI

Le tre realtà già nel 1996 avevano dato vita alla prima Unione dei Comuni Italiana.

Strategie Amministrative online,
periodico di informazione registrato
al Tribunale di Milano al n° 328/2002
in data 27 maggio 2002
ANCILAB © Copyright 2017 - P.Iva 12790690155